Arrivano teaser e data d’uscita di Westworld 3, i dettagli sul futuro di una serie tv sempre più interattiva

A quasi due anni dalla messa in onda della seconda stagione, la serie di Jonathan Nolan e Lisa Joy è pronta a tornare con nuovi episodi, nuovi temi e nuovi, intriganti personaggi

2
CONDIVISIONI

Westworld 3 esce sempre più spesso dal riserbo di cui si è avvolta negli ultimi anni, dall’ormai lontana conclusione della seconda stagione su HBO. Le novità, questa volta, stanno nella data di debutto dei nuovi episodi, fissata dallo stesso network per il 15 marzo 2020, e nel teaser che annuncia il periodo di svolgimento degli eventi.

La serie di Jonathan Nolan e Lisa Joy avrà il compito di risollevarsi dopo una stagione ben al di sotto delle attese, criticata per un ritmo spesso troppo lento, sottotrame intricate e inesplicabili, oscuri salti temporali.

Gli showrunner si sono già esposti in questo senso, promettendo una Westworld 3 più semplice da seguire. La terza stagione sarà meno criptica e più incentrata sull’esperienza degli host, che finalmente avranno la possibilità di conoscere i loro creatori, aveva anticipato Nolan alcuni mesi fa in un’intervista a Entertainment Weekly.

Apprezzo le serie che trovano una loro strada e la seguono per 100 episodi, ma per noi non è mai stato così, aveva poi aggiunto. Fin dall’inizio abbiamo voluto che i nostri personaggi si trovassero in circostanze completamente diverse in ciascuna stagione. Osservare le loro metamorfosi è una delle cose più divertenti, per noi, considerato il talento del nostro cast.

A dare una spinta alla serie verso nuove direzioni dovrebbero essere sia il numero più ridotto di episodi previsto per la terza stagione – otto, secondo l’annuncio degli stessi Nolan e Joy – che i cambi di ambientazione e l’arrivo di nuovi personaggi.

Per quanto riguarda il primo punto, di recente la coppia ha firmato un contratto con Amazon Studios per la produzione di contenuti in esclusiva, ma ciò non dovrebbe intralciare in alcun modo lo sviluppo di eventuli future stagioni di Westworld.

Rimarranno coinvolti [in Westworld] al 100%. Ci siamo già accordati con loro per delle potenziali nuove stagioni, la quarta e la quinta. Quindi credo che il loro accordo [con Amazon] riguardi tutto tranne Westworld. Prendono Westworld molto seriamente e non mi preoccupa che la perdano di vista, non lo faranno, aveva assicurato una fonte di TheWrap.

In merito ai cambiamenti tematici di Westworld 3, il pensiero va all’universo Incite, al quale gli appassionati sono stati introdotti grazie ad alcuni teaser fortemente indicativi della nuova impronta distopica della serie.

Presentata come una compagnia hi-tech che promette di risolvere i problemi irrisolvibili di un mondo complicato e caotico sfruttando i dati in modo nuovo, la Incite sarà una grande protagonista dei nuovi episodi della serie.

Con il passare dei mesi l’esperienza-Incite è cresciuta di pari passo alla curiosità dei fan. È stato persino pubblicato un sito aziendale, nel quale il colosso presenta secondo il gergo e i toni tipici del settore una missione ambiziosa e vagamente inquietante:

Il mondo può apparire caotico: grossi problemi, nessuna soluzione, nessuno che indichi la via. Le questioni globali possono sembrare così complesse da rendere impossibile una qualunque risposta. Noi di Incite vogliamo lasciarci alle spalle l'”impossibile”. Il caos è soltanto uno schema che attende di essere svelato. Tu puoi aiutarci a tracciare un futuro migliore.

Grazie al nostro rivoluzionario motore strategico siamo in grado di calcolare soluzioni sofisticate per grandi e piccoli problemi, dal cambiamento climatico alla crescita professionale. Sentiamo di avere la responsabilità personale di migliorare il mondo, a partire da noi. In Incite i tuoi dati non lavorano per noi: siamo noi a lavorare per te.

La Incite si è svelata ulteriormente in un recente evento a tema Westworld tenuto al CES di Las Vegas, di cui abbiamo proposto un ampio resoconto. In un’atmosfera carica di ambiguità il colosso dell’hi-tech ha sconvolto i presenti giocando coi dati e mostrandone alcuni dei potenziali risvolti nelle vite delle persone, spesso troppo noncuranti nei confronti della propria privacy.

I colossi dell’alta tecnologia traggono profitti dai vostri dati. Ma voi cosa ricevete in cambio? Abbiamo più dati che mai, i nostri computer sono più potenti che mai, eppure è aumentata anche l’incertezza. La nostra rivoluzione dell’informazione dovrebbe farci sentire più sicuri del futuro, non meno, è stato il commento di Barbara Quinlan, presentatasi come la co-presidente allo sviluppo della Incite.

Noi di Incite crediamo di poter fare esattamente questo. Crediamo che facendo funzionare meglio le informazioni per il vostro bene sia possibile alleviare il peso di questa incertezza. Grazie alla nostra nuova tecnologia possiamo prendere le decisioni che non sapevate di voler prendere.

A dar corpo a queste nuove inquietudini in Westworld 3 è un cast che, ancora una volta, vede il ritorno di Evan Rachel Wood (Dolores), Thandie Newton (Maeve), Ed Harris (Man in Black), Jeffrey Wright (Bernard), Tessa Thompson (Charlotte), Luke Hemsworth (Stubbs), Simon Quarterman (Lee Sizemore) e Rodrigo Santoro (Hector Escaton).

Tra i volti nuovi i già annunciati Aaron Paul, Vincent Cassel, Lena Waithe, Scott Mescudi, Marshawn Lynch, John Gallagher Jr., e Michael e Tommy Flanagan.

Ecco il nuovo teaser di Westworld 3, al debutto su HBO il 15 marzo 2020.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.