Nuovo album per Mahmood nel 2020 con singolo e tour

Il vincitore in carica del Festival di Sanremo annuncia i suoi progetti futuri

213
CONDIVISIONI

Mahmood annuncia il nuovo singolo, Rapide, disponibile dal 16 gennaio, e le date del tour.

Negli scorsi mesi ha fatto ballare l’Italia sulle note di Barrio ma il vero successo Mahmood lo deve alla fortunata partecipazione al Festival di Sanremo 2019.

Tra i due vincitori dei Giovani – insieme ad Einar Ortiz – Mahmood ha avuto la possibilità di disputare la gara tra i Campioni fino al suo trionfo con la canzone Soldi che lo ha portato anche ad ottenere un ottimo posizionamento all’Eurovision Song Contest, in rappresentanza dell’Italia.

Non sono state poche le polemiche contro la vittoria di Mahmood al Festival, a partire dall’indimenticabile tweet di Matteo Salvini che ha dichiarato la sua preferenza per Ultimo, secondo classificato con la canzone I Tuoi Particolari. Quando ormai mancano poche settimane al Festival della Canzone Italiana, Mahmood annuncia importanti novità all’orizzonte: un singolo inedito, un disco e un nuovo tour di concerti.

Il cantante ha lasciato un messaggio su Instagram nel quale ha annunciato l’arrivo di nuova musica:

“Sta arrivando un nuovo singolo
Sta arrivando un nuovo album
Sta arrivando un nuovo tour”

Noto è che il cantante sia a Madrid in studio di registrazione: il progetto sarà frutto di un intenso lavoro sia in Italia che all’estero.

Non manca molto al rilascio del nuovo pezzo di Mahmood che avrà il compito di aprire la strada al nuovo disco di inediti. Dopo Gioventù Bruciata, il vincitore in carica del Festival di Sanremo si appresta a cedere il testimone al suo successore, il vincitore del Festival 2020, ma va avanti con la sua musica. Per lui è in arrivo un nuovo singolo inedito, estratto dal disco in uscita nel 2020. Il titolo della canzone è Rapide e sarà disponibile dal 16 gennaio.

Il tour di Mahmood

A novembre 2019, Mahmood aveva annunciato alcuni concerti in Europa. La tournée 2020 partirà dall’Alcatraz di Milano e lo vedrà esibirsi in tutto il continente con una serie di concerti per i quali i biglietti sono già disponibili.

La data del concerto di Milano è quella del 14 aprile e i biglietti per il live sono disponibili in prevendita su TicketOne al prezzo di 32 euro per posto unico non numerato. Sono disponibili per l’acquisto anche speciali pacchetti Vip al prezzo di 60 euro che consentono l’accesso anticipato al luogo dell’evento per occupare le prime file.

Il Pacchetto Early Entry include un biglietto parterre non numerato con posto in piedi, l’entrata anticipata rispetto al resto del pubblico in possesso del biglietto parterre di 32 euro e lo staff dedicato in loco.
I possessori dei pacchetti accederanno al soundcheck dell’artista e potranno ottenere un Pass memorabilia con cordino da collezione, in ricordo del concerto di Mahmood all’Alcatraz di Milano.

Il biglietto e il contenuto del pacchetto saranno distribuiti esclusivamente il giorno show e non potranno essere spediti.

Ciascun acquirente riceverà un’e-mail all’indirizzo indicato in fase di acquisto qualche giorno prima dello show con i dettagli sull’orario e sul luogo del ritiro. I fan che acquistano il pacchetto sono quindi invitati a monitorare la propria casella di posta elettronica.

Il pass laminato (senza il titolo di ingresso) non consente di assistere allo show. Ogni pass laminato andrà associato al corretto titolo d’ingresso ovvero il biglietto per il concerto (contenuto nel pacchetto).

Le date del tour autunnale

Mahmood ha annunciato che in autunno sarà protagonista in Italia di una serie di concerti nei club. Ecco il calendario:

04 novembre FIRENZE Tuscany Hall
09 novembre MILANO Alcatraz
13 novembre NAPOLI Casa della Musica
14 novembre ROMA Atlantico Live!
17 novembre TORINO/VENARIA Teatro Della Concordia
19 novembre NONANTOLA (MO) VOX club
21 novembre S. BIAGIO DI CALLALTA (TV) Supersonic Music Arena

I biglietti saranno disponibili in prevendita dal 14 gennaio.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.