L’Amica Geniale riparte in replica su Rai2: 3 buoni motivi per (ri)vedere la serie

L'Amica Geniale scalda i motori con le repliche della prima stagione in attesa della seconda

317
CONDIVISIONI

L’Amica Geniale è stata al top nella classifica degli ascolti di Rai1 nella passata stagione televisiva e si prepara a fare lo stesso anche con i nuovi episodi della seconda in onda da febbraio ma, fino ad allora, chi ha ancora “peccato” non guardando la serie può fare ammenda. La Rai ha annunciato che da domani, 8 gennaio, su Rai2, sarà possibile rivedere in replica gli episodi della prima stagione che hanno fatto conoscere al mondo Elena e Lila, le due protagoniste della quadrilogia firmata da Elena Ferrante. I motivi per vedere o rivedere la serie sono tanti ma abbiamo voluto metterne insieme 5, sicuramente i più importanti.

Il primo è il cast, le piccole Elisa del Genio e Ludovica Nasti in primis. Sono loro le protagoniste de L’Amica Geniale ed è toccato a loro interpretare, da sconosciute, Elena e Lila, nella versione da bambine portando sullo schermo una grande storia di amicizia, o quasi. Inutile dire che le due hanno saputo ritagliarsi un ruolo importante e un notevole successo anche se i colori e l’espressività di Ludovica Nasti hanno portato quest’ultima già nell’olimpo della serialità e non solo. A fare da cornice anche tutti gli altri a cominciare dai protagonisti che vestiranno i panni dei componenti della famiglia Cerullo finendo a quelli dei vicini di casa.

L'amica geniale: 1
  • DAL MONDO
  • 9788866320326

Il secondo è l’avvincente trama. L’Amica Geniale non porta sullo schermo un giallo da risolvere, nessun percorso a ritroso per risolvere l’ennesimo caso di omicidio o ricostruire una memoria ormai cancellata, ma una storia semplice, che arriva dritta come un pugno allo stomaco e che non permette allo spettatore di staccarsi un attimo, di annoiarsi nemmeno per un attimo. Niente zombie o magia, nessun parroco in gonnella e niente investigatori, la storia semplice di una grande amicizia tra due donne dall’infanzia all’età adulta, un rapporto fatto di intesa, comprensione, complicità insieme a odio, rivalità e gelosia attraversando decenni e fotografando la condizione dei personaggi, dei ceti e delle donne.

Il terzo è la colonna sonora. Sono magiche le musiche che accompagnano L’Amica Geniale, questo è certo. Vicende di vita, lunghe corse, momenti crudi, di commozione o di sogni, tutto riceve il prezioso aiuto di una colonna sonora che ha saputo valorizzare istanti destinati a rimanere impressi nella mente o a prendere forma per coloro che hanno già letto i romanzi. La soundtrack della serie, un mix perfetto tra musica classica e tecnologia, è firmata da Max Richter, compositore tedesco noto nell’ambito del cinema e delle serie tv tanto da aver firmato anche le musiche di Black Mirror.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.