Bafta 2020, annunciate le nomination dell’Oscar britannico, in testa c’è il Joker

Ecco le candidature per l'importante premio inglese. Il film di Todd Phillips guida la classifica con 11 nomination, tallonato a 10 da "The Irishman" e "C'Era Una Volta... A Hollywood", e a 9 dal film bellico "1917"

43
CONDIVISIONI

Non si è ancora spenta l’eco dei Golden Globes 2020, assegnati solo due giorni fa, ed è già il momento dei Bafta 2020. Stamattina, via streaming, gli attori Asa Butterfield (Hugo Cabret, Sex Education) ed Ella Balinska (Charlie’s Angels) hanno annunciato le nomination degli EE British Academy Film Awards 2020, più comunemente detti, appunto Bafta, l’equivalente britannico degli Oscar, assegnati annualmente dalla British Academy of Film and Television Arts (BAFTA) al meglio della produzione cinematografica principalmente in lingua inglese.

I Bafta Awards sono uno dei grandi premi della stagione, un gradino sotto Oscar, Golden Globes e Sag Awards e la cerimonia della 73esima edizione della manifestazione si svolgerà il 2 febbraio prossimo alla Royal Albert Hall di Londra, presentata da Graham Norton.

Ecco i responsi, decisi dai circa 6700 giurati dei Bafta 2020. C’è un quartetto di favoriti, che si stacca nettamente: Joker di Todd Phillips, con 11 nomination; a 10 The Irishman, reduce dalla grande delusione dei Golden Globes, e C‘Era Una Volta… A Hollywood, con cui invece Tarantino ai Globes ha portato a casa tre statuette; chiude a 9 il film bellico 1917 diretto dal britannico Sam Mendes, e si confermano le credenziali in crescita di questo film che ai Globes ha vinto il premio per il film drammatico e la regia.

Staccati a 6 nomination Jojo Rabbit (un ottimo risultato per il film satirico di Taika Waititi) e a 5 Storia Di Un Matrimonio di Noah Baumbach, I Due Papi di Fernando Meirelles e Piccole Donne, con Greta Gerwig che riesce ad agguantare la nomination personale per la sceneggiatura non originale ma non quella per la regia (chissà se si confermerà questo responso il 13 gennaio, quando saranno svelate le candidature per gli Oscar, solitamente più sensibili agli equilibri di genere). Rilevante l’exploit di Parasite di Bong Joon-ho: 4 candidature per il film sudcoreano e pesantissime, miglior film, film straniero (un successo scontato), regia e sceneggiatura.

A scorrere le cinquine dei Bafta 2020 non sono tantissime le sorprese. Era prevedibile qualche segnalazione per Rocketman, il biopic su Elton John, e infatti Taron Egerton ha ottenuto la nominaton come attore protagonista accanto ai più quotati DiCaprio, Phoenix e Driver (e Jonathan Pryce per I Due Papi, altro attore inglese). Va però detto che Egerton ha anche vinto la statuetta per il film commedia/musical ai Golden Globes, quindi le sue quotazioni in termini assoluti crescono, almeno nei termini di una candidatura (il premio è fuori dalla sua portata). Altri due trend confermati dai Bafta 2020 sono l’esclusione di Robert De Niro (sarebbe una sorpresa ritrovarlo agli Oscar) e la cinquina di ferro degli attori non protagonisti, la stessa ai Globes, Sag e adesso Bafta, con Brad Pitt in pole position.

Tra le attrici le quotazioni di Renée Zelleweger per Judy restano altissime, probabilmente le contendenti saranno destinate al ruolo di comparse più che protagoniste. Curiosa, ma non inedita in assoluto, la doppia candidatura come non protagonista per Margot Robbie, sia per Bombshell che per C’Era Una Volta… A Hollywood. Un’altra doppietta per Scarlett Johansson, segnalata come protagonista per Storia Di Un Matrimonio e non protagonista per Jojo Rabbit. La sorpresa maggiore è la mancata nomination per Awkwafina, che ha appena vinto il Golden Globe per The Farewell. Le è stata preferita la britannica Jessie Buckley di A Proposito Di Rose. L’attrice cinoamericana si deve accontentare della segnalazione nella cinquina delle stelle emergenti, che però è decisa dal pubblixo e non dai giurati. Ma è probabile che la rivedremo candidata agli Oscar.

Dalle nomination dei Bafta 2020 esce ridimensionato Storia Di Un Matrimonio, reduce dalla débacle (1 statuetta su 6 candidature) ai Globes. Il dato rilevante è che Baumbach, accreditato come sceneggiatore, è fuori dai radar delle cinquine per la miglior regia. Il punto di forza del film è sempre concentrato sugli attori, il terzetto Driver, Joahnasson, Dern (e tutto il cast, segnalato nel nuovo premio dei Bafta), mentre nulla giunge dalle categorie “tecniche”. Nelle quali invece fanno la parte del leone, prevedibilmente, Joker (dalla fotografia al montaggio alla scenografia), The Irishman (anche costumi ed effetti speciali), 1917 e film spettacolari come Le Mans ’66 (fotografia, montaggio, sonoro).

In conclusione si può dire che sicuramente bisogna attendersi responsi piuttosto diversi agli Oscar. Soprattutto per le categorie degli attori: ai Bafta 2020 ci sono 20 candidati bianchi su 20, inimmaginabile che l’Academy produca un risultato di questo genere.

Miglior Film
1917, di Sam Mendes
The Irishman, di Martin Scorsese
Joker, di Todd Phillips
Parasite di Bong Joo-ho
C’Era Una Volta… A Hollywood, di Quentin Tarantino

Miglior Film britannico
1917 di Sam Mendes
Bait di Mark Jenkin
For Sama di Waad al-Kateab ed Edward Watts
Rocketman di Dexter Fletcher Sorry We Missed You di Ken Loach,
I Due Papi di Fernando Meirelles

Miglior Regista
Bong Joon-ho, Parasite
Martin Scorsese, The Irishman
Sam Mendes, 1917
Quentin Tarantino, C’Era Una Volta… A Hollywood
Todd Phillips, Joker

Miglior Cast
Joker, Shayna Markowitz
Storia Di Un Matrimonio, Douglas Aibel, Francine Maisler
C’Era Una Volta… A Hollywood Victoria Thomas
The Personal History Of David Copperfield, Sarah Crowe
I Due Papi, Nina Gold

Miglior Attrice protagonista
Renée Zellweger, Judy
Scarlett Johansson, Storia Di Un Matrimonio
Saoirse Ronan, Piccole Donne
Charlize Theron, Bombshell
Jessie Buckley, A Proposito Di Rose

Migliore Attore protagonista
Adam Driver, Storia Di Un Matrimonio
Taron Egerton, Rocketman
Leonardo DiCaprio, C’Era Una Volta… A Hollywood
Joaquin Phoenix, Joker
Jonathan Pryce, I Due Papi

Miglior Attrice non protagonista
Laura Dern, Storia Di Un Matrimonio
Scarlett Johansson, Jojo Rabbit
Florenche Pugh, Piccole Donne
Margot Robbie, Bombshell
Margot Robbie, C’Era Una Volta… A Hollywood

Migliore Attore non protagonista
Brad Pitt, C’Era Una Volta… A Hollywood
Joe Pesci, The Irishman
Al Pacino, The Irishman
Tom Hanks, Un Amico Straordinario
Anthony Hopkins, I Due Papi

Miglior Sceneggiatura originale
Bong Joon-ho e Han Jin-won, Parasite
Noah Baumbach, Storia Di Un Matrimonio
Quentin Tarantino, C’Era Una Volta… A Hollywood
Susanna Fogel, Emily Halpern, Sarah Haskins, Katie Silberman, La Rivincita Delle Sfigate
Rian Johnson, Knives Out

Miglior Sceneggiatura non originale
Steve Zaillian, The Irishman
Taika Waititi, Jojo Rabbit
Todd Phillips, Scott Silver, Joker
Greta Gerwig, Piccole Donne
Anthony McCarten, I Due Papi

Miglior debutto di un regista, sceneggiatore o produttore britannico
Bait, Mark Jenkin (regista/sceneggiatore)
For Sama, Waad al-Kateab (regista/produttore), Edward Watts (regista)
Maiden, Alex Holmes (regista)
Only You, Harry Wootliff (regista/sceneggiatore)
Retablo, Álvaro Delgado-Aparicio (regista/sceneggiatore)

Miglior Film straniero
Parasite, di Bong Joon-ho
Dolor Y Gloria, di Pedro Almodóvar
For Sama, di Waad al-Kateab ed Edward Watts
The Farewell – Una Bugia Buona, di Lulu Wang
Ritratto Della Giovane In Fiamme, di Céline Sciamma

Miglior Documentario
American Factory, Steven Bognar, Julia Reichert
Apollo 11, Todd Douglas Miller
Diego Maradona, Asif Kapadia
For Sama, Waad al-Kateab, Edward Watts
The Great Hack, Karim Amer, Jehane Noujaim

Miglior Film d’animazione
Toy Story 4, Josh Cooley
Frozen II – Il Segreto Di Arendelle, Chris Buck e Jennifer Lee
Klaus, Sergio Pablos, Jinko Gotoh
A Shaun The Sheep Movie: Farmageddon, Will Becher, Richard Phelan, Paul Kewley

Miglior Colonna sonora
Michael Giacchino, Jojo Rabbit
Hildur Guðnadóttir, Joker
Thomas Newman, 1917
Alexandre Desplat, Piccole Donne
John Williams, Star Wars: L’Ascesa Di Skywalker

Migliore Fotografia
Roger Deakins, 1917
Phedon Papamichael, Le Mans ’66 – La Grande Sfida
Jarin Blaschke, The Lighthouse
Lawrence Sher, Joker
Rodrigo Prieto, The Irishman

Miglior Montaggio
Tom Eagles, Jojo Rabbit
Thelma Schoonmaker, The Irishman
Andrew Buckland, Michael McCusker, Le Mans ’66
Fred Raskin, C’Era Una Volta… A Hollywood
Jeff Groth, Joker

Miglior Scenografia
Dennis Gassner, Lee Sandales, 1917
Bob Shaw, Regina Graves, The Irishman
Ra Vincent, Nora Sopková, Jojo Rabbit
Mark Friedberg, Kris Moran, Joker
Barbara Ling, Nancy Haigh, C’Era Una Volta… A Hollywood

Migliori Costumi
Sandy Powell, The Irishman
Mayes C. Rubeo, Jojo Rabbit
Jany Temime, Judy
Jacqueline Durran, Piccole Donne
Arianne Phillips, C’Era Una Volta… A Hollywood

Miglior Trucco e Acconciatura
Naomi Donne, 1917
Vivian Baker, Kazu Hiro, Anne Morgan, Bombshell
Kay Georgiou, Nicki Ledermann, Joker
Jeremy Woodhead, Judy
Lizzie Yianni Georgiou, Rocketman

Miglior Sonoro
1917, Scott Millan, Oliver Tarney, Rachael Tate, Mark Taylor, Stuart Wilson
Joker Tod Maitland, Alan Robert Murray, Tom Ozanich, Dean Zupancic
Le Mans ’66, David Giammarco, Paul Massey, Steven A. Morrow, Donald Sylvester
Rocketman, Matthew Collinge, John Hayes, Mike Prestwood Smith, Danny Sheehan
Star Wars: L’Ascesa Di Skywalker, David Acord, Andy Nelson, Christopher Scarabosio, Stuart Wilson, Matthew Wood

Migliori Effetti speciali
1917, Greg Butler, Guillaume Rocheron, Dominic Tuohy
Avengers: Endgame, Dan Deleeuw, Dan Sudick
The Irishman, Leandro Estebecorena, Stephane Grabli, Pablo Helman
Il Re Leone, Andrew R. Jones, Robert Legato, Elliot Newman, Adam Valdez
Star Wars: L’Ascesa Di Skywalker, Roger Guyett, Paul Kavanagh, Neal Scanlan, Dominic Tuohy

Miglior Cortometraggio animato britannico
Grandad Was A Romantic, Maryam Mohajer
In Her Boots, Kathrin Steinbacher
The Magic Boat, Naaman Azhari, Lilia Laurel

Miglior Cortometraggio britannico
Azaar, Myriam Raja, Nathanael Baring
Goldfish, Hector Dockrill, Harri Kamalanathan, Benedict Turnbull, Laura Dockrill
Kamali, Sasha Rainbow, Rosalind Croad
Learning To Skateboard In A Warzone (If You’Re A Girl), Carol Dysinger, Elena Andreicheva
The Trap, Lena Headey, Anthony Fitzgerald

Miglior Stella emergente
L’unico premio di cui erano già stati annunciate le nomination, perché questa è la sola categoria nella quale il vincitore è scelto attraverso una votazione pubblica.

Awkwafina, The Farewell – Una Bugia Buona
Kaitlyn Dever, La Rivincita Delle Sfigate
Kelvin Harrison Jr., Waves
Michael Ward, Blue Story
Jack Lowden, Fighting With My Family

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.