Michelle Williams sfila con il pancione ai Golden Globes 2020 per Fosse/Verdon e chiama a raccolta le donne tra aborto e voto

Michelle Williams chiama a raccolta le donne per il loro diritto al voto sul palco dei Golden Globes 2020

4
CONDIVISIONI

Il mitico 2019 di Michelle Williams si è chiuso al meglio ma questo 2020 è partito ancora di più alla grande sul palco dei Golden Globes 2020. Proprio nei giorni scorsi abbiamo parlato della nomination per la sua interpretazione in Fosse/Verdon, la serie che le ha cambiato la vita e non solo lavorativamente parlando ma anche sul versante privato e la prova è arrivata proprio qualche ora fa quando ha cavalcato il red carpet accompagnata dal promesso sposo Thomas Kail portando in grembo il loro bambino.

Proprio in virtù di questa nuova serenità ritrovata e forte delle sue scelte e di quella che è stata la sua vita, Michelle Williams è salita sul palco per ritirare il suo premio per la sua interpretazione nella serie limitata lanciandosi poi in un lungo discorso con il quale ha chiamato a raccolta le donne tra aborto e diritto di scegliere e votare. Il discorso ha colpito molto le attrici e colleghe presenti in sala che hanno ascoltato commosse il suo discorso mentre l’amica Busy Philipps si è sciolta in lacrime ripensando al suo aborto a soli quindici anni.

Michelle Williams poi fa un breve excursus della sua vita ammettendo di essere arrivata a questo punto solo grazie alle sue scelte, all’istruzione che ha voluto, alla formazione che ha cercato e alle ore che ha impiegato per perseguire i suoi obiettivi convinta che sia questa la cosa migliore di questa epoca, il fatto di poter scegliere:

“Sono grata per il riconoscimento delle scelte che ho fatto e sono anche grata di aver vissuto in un momento della nostra società in cui esiste la scelta, perché come donne e come ragazze, possono succedere cose ai nostri corpi che non scegliamo. Ho fatto del mio meglio per vivere una vita tutta mia, e non solo una serie di eventi che mi sono successi, potrei fare un passo indietro e riconoscere la mia calligrafia dappertutto. A volte disordinata e scarabocchiata, altre attenta e precisa….non sarei stata in grado di farlo senza impiegare il diritto di scelta”.

Ecco il video del discorso:

Naturalmente il diritto di scelta per Michelle Williams non riguarda solo la vita lavorativa ma anche quella privata “scegliendo di avere figli con chi e quando si vuole” e alla fine chiama a raccolta proprio le donne invitandole a fare quello che gli uomini fanno da anni, votare per scegliere il proprio futuro:

“Quindi, donne dai 18 ai 118 anni, quando è il momento di votare, per favore, fatelo nel vostro interesse personale. È quello che gli uomini fanno da anni, motivo per cui il mondo assomiglia molto a loro, ma non dimenticate che siamo il più grande organo di voto in questo paese”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.