Perfetto il OnePlus 7 e 7 Pro con una sola mano: funzione abilitata dal 3 gennaio

Novità molto interessante per la serie, come attivarla dopo l'aggiornamento

1
CONDIVISIONI

In molti possessori del OnePlus 7 e 7 Pro l’aspettavano da tempo ed è arrivata: il riferimento è alla funzione di utilizzo del telefono ad una sola mano che consentirà di fare esperienza dei 2 smartphone dai vistosi display senza l’utilizzo di entrambe le mani appunto. La novità è integrata nell’ultima beta 8 OxygenOS la cui distribuzione è partita proprio oggi 3 gennaio.

La funzione ad una sola mano per OnePlus 7 e 7 Pro era stata già annunciata lo scorso autunno, in particolare ad ottobre. In quell’occasione un product manager dell’azienda cinese aveva reso noti i lavori in corso proprio per l’implementazione software. Lo sviluppo è dunque durato svariati mesi ma ora almeno ha dato i suoi frutti. Come visibile nello screen qui riportato, ecco la pagina impostazioni che include proprio l’abitazione della nuova feature.

OnePlus 7 Pro Modalità a una mano

Chi partecipa al programma beta per il proprio OnePlus 7 e 7 Pro, in questi primi giorni del 2020 appunto, potrà ottenere proprio la funzione ad una mano. Questa potrà essere attivata nell’apposito menù su evidenziato e richiamata poi in qualunque momento con uno swipe verso il basso dall’angolo alto destro e sinistro del telefono.

La cosa che stupisce non poco è che, almeno per il momento, l’azienda non ha provveduto a pubblicizzare il passo in avanti compiuto proprio per i OnePlus 7 e 7 Pro. Anzi nel changelog dell’ultimo firmware di test non si fa neanche menzione della feature ad una mano ma solo ad altri problemi. Il pacchetto software, in effetti, risolve un bug che scatenava l’arresto improvviso della fotocamera e ancora la possibile attivazione touch di menù nel momento in cui il telefono è posizionato in tasca. Per dovere di cronaca va detto pure che il firmware in questione contiene la patch di sicurezza del mese di dicembre e pure garantisce una migliore stabilizzazione del sistema. Insomma, per più svariati motivi (molti di questi particolarmente interessanti), l’aggiornamento è consigliato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.