The Politician 2 saprà crescere? Ben Platt promette una stagione più adulta e atmosfere da East Coast

Ben Platt, interprete di Payton Hobart e protagonista della serie, promette una seconda stagione più matura grazie a un'evoluzione di temi e toni

L’universo esagerato di The Politician, la musical comedy firmata dal trio Murphy-Falchuk-Brennan, è il tratto che forse più di ogni altro rivendica la paternità della serie. Dai costumi agli arredi, dalla colonna sonora alla natura stessa dei personaggi e delle loro motivazioni, tutto carica i sensi di sollecitazioni estreme, talvolta contrastanti, non sempre piacevoli.

La promessa di promettere qualsiasi cosa, alla base della prima stagione e già rilevata nella nostra recensione estesa, sembra però volersi trasformare in una promessa di maturità in vista dell’arrivo di The Politician 2 su Netflix nell’estate di quest’anno. Già pochi mesi fa Ben Platt, interprete del protagonista Payton Hobart, anticipava che The Politician 2 sarebbe ripartita dalla campagna elettorale suggerita al termine della prima stagione.

Sono entusiasta all’idea di lavorare al fianco di Judith [Light]. Spero che la serie continui ad affrontare il tema dell’autenticità, reale e fittizia, aveva commentato. Ora che Payton è coinvolto nel vero mondo della politica senza lo scudo del liceo, come e fino a che punto potrà curarsi della sua immagine e di come si riflette sul mondo? Sono sicuro che ci saranno molti spunti di riflessione su vari temi sociali, come nella prima stagione abbiamo esaminato la questione dell’uso delle armi, dei brogli elettorali e così via.

Di recente ha confermato quanto già detto e svelato altri dettagli. [La serie] è maturata molto. Abbiamo fatto un salto in avanti di alcuni anni, quindi i nostri personaggi sono molto più vicini alle nostre età reali. Dato che mi capita sempre di interpretare liceali sono particolarmente contento di questo cambiamento. Tutto è un po’ più adulto, credo, a livello di tono, e c’è una patina da East Coast sull’intera stagione, una cosa che adoro. Perché così lavoro a casa e dormo nel mio letto.

La maturazione di The Politician 2 passerà anche da ruoli più prominenti per due leggende come Bette Midler e Judith Light. Sono molto entusiasta all’idea che il pubblico le veda. Avrò parecchi testa a testa con Judith, commenta Platt. Lo stesso Ryan Murphy aveva già anticipato che le scene con quei tre [Platt, Midler, Light] saranno fantastiche […], divertimento puro.

Uguale e contrario, invece, l’impatto del cambiamento su Jessica Lange, la cui manipolatrice nonna Dusty non tornerà nella seconda stagione di The Politician, né probabilmente in alcuna stagione futura. Non credo [di tornare], ha ammesso la stessa Lange. Voglio dire, Dusty non è tipo da avere un secondo atto.

Nel presentare la serie alla stampa sia Ben Platt che Ryan Murphy hanno promesso che ogni stagione affronterà una corsa politica diversa. In The Politician 2 la posta in gioco è la carica di senatore dello Stato di New York, per la quale si affrontano un giovane inesperto e una politica di lungo corso come Dede Standish, interpretata da Judith Light.

Il team alle spalle di Payton – gli amici McAfee, James, Alice, Astrid – è convinto di poter battere la temibile avversaria con la forza delle proprie motivazioni. In fondo la senatrice uscente non ha avuto alcun oppositore alle precedenti tornate elettorali. Ciò che però suscita maggior curiosità è la rivelazione arrivata durante il finale di stagione, ossia la scoperta della relazione poliamorosa di Dede con il marito e un altro uomo.

Sarà interessante capire se, nel suo costante tentativo di essere abbastanza rappresentativa e progressista, The Politician 2 riuscirà davvero a essere più matura. Il rischio è rendere il microcosmo della serie ancora più barocco, satirico ma inconsistente, così preso da sé da perdere il contatto con tutto ciò che, in partenza, si era proposto di esaminare.

C’è ancora molta strada da fare, insomma, per rendere plausibili i piani di Ryan Murphy, che parlano di una quinta e ultima stagione incentrata sulla corsa di Payton alla Casa Bianca.

The Politician 2 arriverà su Netflix nell’estate del 2020. Intanto si attende la cerimonia di consegna dei Golden Globes per scoprire se la serie e il suo protagonista porteranno a casa una statuetta. The Politician è infatti fra i candidati al titolo di miglior serie comedy, mentre Ben Platt è stato nominato nella categoria di miglior attore protagonista in una serie comedy.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.