Resident Evil 3 Remake orientato verso il genere action? Le indiscrezioni dai producer

Un ritorno sulle scene ludiche dal sapore molto diverso rispetto al passato: un buon motivo per tornare a confrontarsi con gli zombie di Capcom

4
CONDIVISIONI

Uno degli annunci più attesi e chiacchierati dei The Game Awards 2019 era senza dubbio quello di Resident Evil 3 Remake, il ritorno della serie targata Capcom che ancora una volta si tirerà a lucido per le nuove leve del mondo dei videogiochi. Un annuncio che però non si è concretizzato in quella sede, con il publisher nipponico che ha invece atteso il Playstation State of Play di qualche giorno dopo.

Tutto è bene quel che finisce bene insomma, con gli appassionati del genere horror che hanno avuto un piccolo antipasto di quella che sarà la portata principale. Un abbuffata videoludica all’orizzonte, con Resident Evil 3 Remake che si appresta a fare il proprio esordio sul mercato nel corso della primavera del 2020. Ovviamente la curiosità gravita intorno al gameplay di questo nuovo titolo: rispecchierà in tutto e per tutto l’originale o proverà ad apportare cambiamenti?

Offerta
Resident Evil 3 - Playstation 4
  • Combattimenti intensi e risoluzione di puzzle si combinano...
  • Terrificanti ambientazioni del gioco originale e tanti nuovi...

Resident Evil 3 Remake, un tributo nel segno dell’originalità

Una delle modifiche che sembrerebbe essere pronta e scontata per Resident Evil 3 Remake è senza dubbio quella legata al genere di riferimento della produzione. Come già avvenuto nel rifacimento del secondo capitolo, anche in questa occasione i ritmi di gioco dovrebbero essere improntati maggiormente all’azione, come rivelato dagli stessi produttori del titolo. Questo si tradurrà chiaramente in cambi importanti anche per i modelli dei personaggi, che dovranno quindi adattarsi al meglio alle novità offerte dal gameplay.

Nulla che debba però far preoccupare i fan storici della serie, che nel nuovo titolo troveranno tutto quanto hanno apprezzato nel capitolo originale. Certo è che i mezzi messi a disposizione dagli hardware dell’attuale generazione videoludica permettono una sperimentazione all’epoca soltanto immaginabile e auspicabile.

È giusto quindi che produzioni del genere si adeguino al meglio agli standard attuali, con il doveroso tributo che viene quindi effettuato in materia di contenuti inclusi nel gioco e di evoluzioni della trama.

Ricodiamo in chiusura che il gioco verrà reso disponibile a partire dal 3 aprile 2020 nelle edizioni per PS4, Xbox One e PC.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.