Come le ultime tecnologie possono aiutarci a viaggiare

Nuovi strumenti al servizio di viaggiatori di medio e lungo raggio, una soluzione per i parcheggi

6
CONDIVISIONI

Negli ultimi due decenni la tecnologia ha fatto dei passi in avanti così notevoli da aver cambiato radicalmente il nostro stile di vita: medicina, macchinari, informazione, alimentazione, socialità…Tutti gli aspetti vitali della nostra civiltà sono cambiati, e il viaggiare non fa eccezione.

È evidente per tutti noi che il nostro modo di viaggiare si è evoluto enormemente rispetto solo a trent’anni fa. Oggi è possibile organizzare un intero viaggio da casa, stando seduti sul divano, e non sentirsi mai spaesati o persi in un luogo ignoto, grazie a mappe geolocalizzate, recensioni e traduttori automatici che ci guidano passo passo. E se è innegabile che qualcosa si sia perso, è altrettanto vero che spostarsi è diventato immensamente più facile.

Questo è valido anche per chi viaggia in auto. Pensiamo al problema dei parcheggi: un tempo quando ci si recava in auto in destinazioni affollate come un centro cittadino o un aeroporto, ci si poteva ritrovare a girare per ore alla ricerca di un posto auto. Per poi trovarne uno magari a un prezzo altissimo, gestito da un parcheggiatore con l’aria poco rassicurante. 

Anche qui, grazie alla tecnologia tutto è cambiato. È infatti in questa situazione tanto comune che interviene ParkVia, nata per far risparmiare stress, tempo e denaro agli automobilisti in viaggio verso gli aeroporti. Ma che cos’è esattamente ParkVia?

ParkVia è una piattaforma online di gestione e prenotazione di parcheggi che ti permette di scegliere un posto auto nei vari aeroporti coperti dal servizio.

Funziona così:

  • basta recarsi sul sito di ParkVia;
  • scegliere il porto o l’aeroporto di interesse: ad esempio l’aeroporto di Milano Malpensa o il porto di Genova;
  • impostare il periodo di inizio e fine sosta.

Dopodiché il sito ti farà vedere tutte le soluzioni possibili secondo i filtri impostati, comprese le offerte speciali che possono farvi risparmiare fino al 60%. A questo punto è possibile scegliere il parcheggio più conveniente secondo questi criteri:

  • il prezzo;
  • la tipologia del parcheggio (coperto o scoperto);
  • la distanza dal terminal;
  • la disponibilità di un servizio navetta;
  • le recensioni lasciate dai clienti.

Per il pagamento (sicuro e affidabile con il protocollo di crittografia SSL 128 bits (lo stesso usato dalle banche), niente di più semplice: ParkVia accetta i pagamenti tramite i metodi seguenti:

  • carta di credito;
  • postepay;
  • paypal.

A partire dal 2020 questa tecnologia utilissima si incrocerà con un’altra delle grandi innovazioni che sono recentemente entrate nelle nostre case: gli assistenti virtuali. Dal prossimo anno sarà infatti possibile prenotare il proprio parcheggio su ParkVia semplicemente parlando con il proprio dispositivo Amazon Alexa o Google Assistant.  Inoltre un servizio di messaggistica per gli utenti  tramite WhatsAèè è già disponibile per qualunque informazione a questo numero: 0161 730 0160.

Un vero salto in avanti di comodità e risparmio, che sta rendendo la vita più semplice a migliaia di automobilisti ogni giorno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.