God is a Woman fu scartata da Camila Cabello: ecco come è diventata una hit di Ariana Grande (video)

Come God Is A Woman è passata da Camila Cabello ad Ariana Grande: la cantante cubana insinua velatamente che il brano non sia stato scritto dalla collega

Non è certo inusuale che un brano su cui un artista lavora in studio venga poi scartato e riproposto ad un altro: è quello che è accaduto anche a God is a Woman che Camila Cabello avrebbe potuto incidere per il suo secondo album di inediti Romance e che invece finita tra le mani di Ariana Grande, diventando una hit da top10 in classifica Billboard l’estate dello scorso anno.

Quando un anno fa è trapelata in rete una brevissima clip con una demo di God is a Woman cantata da Camilla Cabello, in molti si sono chiesti se il brano fosse originariamente destinato a lei. Oggi la cantautrice cubana, ex delle Fifth Harmony, conferma quell’ipotesi e spiega di avere anche scritto dei versi per la canzone, prima di rendersi conto che nell’insieme il brano non funzionava.

Successivamente, God is a Woman è stato proposto ad Ariana Grande è adattato alla sua voce: la Grande figura anche tra gli autori del brano, anche se Camila Cabello sembra non volutamente insinuare che il testo, piuttosto, sia stato scritto per lei dagli altri autori (i produttori Max Martin, Savan Kotecha, Rickard Göransson e Ilya).

Centellinando le parole in un’intervista rilasciata a SiriusXM, la cantante ha spiegato che i produttori del brano non avevano un ritornello per la canzone, così oltre a scriverne una parte la Cabello ha inciso una demo del pezzo, salvo poi scartarlo. Poi sembra incartarsi al momento di spiegare come God is a Woman sia diventato il brano che oggi conosciamo, nella versione di Ariana Grande.

Non avevano il ritornello per la canzone e poi ho scritto dei versi per questo. Ma non mi è sembrato buono. Poi loro… hanno scritto… per lei … intendo dire che lei e tutti loro hanno scritto la sua versione e suonava in modo fantastico.

Il resto è cosa nota: God is a Woman è stato rilasciato come secondo singolo dal quarto album in studio di Ariana Grande, Sweetener, apparso nell’agosto 2018 e seguito, sei mesi dopo dal best seller Thank U Next. Il brano è stato bene accolto dalla critica per il suo testo sessualmente esplicito e liberatorio, per il ritmo ipnotico, per i virtuosismi della Grande. Negli Stati Uniti ha raggiunto l’ottavo posto della classifica Billboard dei singoli e il primo nella Mainstream Top40 delle canzoni più popolari negli Stati Uniti. Ha fatto da traino al disco con un video che ha stupito per gli effetti speciali e le citazioni femministe. Ora God is a Woman è anche il brano d’apertura dello Sweetener World Tour di Ariana Grande, che si concluderà entro l’anno negli Stati Uniti.

A domanda del conduttore, la Cabello si è anche affrettata a dichiarare che Ariana Grande è una sua “fantastica amica“, che si sentono spesso e che è felice che stia “mentalmente e professionalmente bene“. Oltre al fatto che sì, lavorerebbe molto volentieri con lei ad un duetto.

Ecco l’estratto dell’intervista di Andy Cohen a Camila Cabello dedicato a God is a Woman e lo snippet della demo con il suo provino del brano che lo scorso anno trapelò su Youtube.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.