Lous and the Yakuza in concerto in Italia nel 2020, per la prima volta dopo X Factor: biglietti in prevendita

Chi è Lous and the Yakuza, l'ospite internazionale della finale di X Factor in concerto a Milano nel 2020

4
CONDIVISIONI
ph. Laura Marie Cieplik

L’esibizione alla finale di X Factor 2019 anticipa quello che sarà il debutto di Lous and the Yakuza in concerto in Italia nel 2020: ospite internazionale dell’ultimo appuntamento del talent show di Sky, che vede sul palco anche la popstar inglese Robbie Williams, la talentuosa cantautrice belga di origini congolesi si esibirà col suo primo concerto in Italia la prossima primavera.

Il suo debutto televisivo giovedì 12 dicembre, in diretta su Sky Uno e TV8 alle 21.15, avviene sul palco del Mediolanum Forum di Assago per la finale di X Factor 2019 e sempre a Milano si esibirà in concerto il 2 aprile alla Santeria Toscana 31.

Appena 23enne, questa elegante e sensibile cantautrice ha debuttato nelle radio nostrane col brano Dilemme, uno dei tanti testi che ha firmato di suo pugno in questi anni ma decisamente quello più popolare, il singolo della svolta in carriera che l’ha fatta conoscere al grande pubblico. Il video ufficiale di Dilemme, apparso online lo scorso settembre, ha raggiunto oltre un milione e mezzo di visualizzazioni.

La sua storia è quella di una ragazza che ha dovuto farsi da sé: cresciuta tra Ruanda e Europa, costretta a diventare indipendente a 19 anni e a conoscere anche la vita di strada, piena di difficoltà ma anche di grande umanità e generosità, Marie-Pierra (alias Lous) è arrivata al successo con le sue sole forze nonostante una vita di grandi privazioni. Ha studiato filosofia e contemporaneamente solfeggio, scrive i suoi testi in francese, li canta con una voce vellutata ma carica di dolore, perché porta nelle sue interpretazioni il suo carico di esperienze decisamente importante per una donna così giovane. Lo fa con grande capacità di sintetizzare influenze molto diverse, da quelle afroamericane che sono nelle sue origini a quelle europee, fino a quelle giapponesi, come suggerisce il suo nome, spaziando dall’hip-hop alla musica elettronica passando per la trap mescolata all’eleganza del pop francese.

Considerata una delle stelle nascenti della scena europea, in Italia ha raggiunto la 2° posizione della Viral 50 Italia di Spotify. Il nuovo singolo Tout Est Gore anticipa l’atteso album d’esordio Gore, in uscita il prossimo anno, all’inizio del 2020. Dopo 7 EP e 52 pezzi incisi in soli tre anni e presentati in numerosi concerti dal vivo in Belgio, è arrivato infatti il momento del debutto del suo primo album: registrato tra Barcellona, Bruxelles e Parigi, Gore sarà un disco all’insegna del mix di trap e ballad francesi, prodotto da El Guincho (che ha contribuito al successo mondiale, tra gli altri, di Rosalía). L’album sarà un inno alla resilienza e al coraggio, soprattutto quelli delle donne: “Voglio essere l’esempio di una donna di colore che è riuscita a farcela da sola, contro tutte le previsioni” ha dichiarato l’artista.

L’album sarà presentato in un lungo tour francese il prossimo marzo tra club e teatri, dopodiché Lous and the Yakuza arriverà anche in Italia: per il momento è prevista una sola data nel nostro Paese, il live del 2 aprile alla Santeria Toscana 31 di Milano. I biglietti per l’evento sono disponibili in prevendita su circuito Ticketone, sia online che presso i rivenditori autorizzati (al prezzo di 23,00 € per posto unico).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.