Al via le riprese della serie Tutta Colpa di Freud, dall’omonimo film di Paolo Genovese

Battuto il primo ciak per la serie Tutta Colpa di Freud, dall'omonimo film di Paolo Genovese: come per Immaturi, il regista è Rolando Ravello

8
CONDIVISIONI

Se ne parla ormai da un paio d’anni, ma solo ora è stato battuto il primo ciak della serie Tutta Colpa di Freud, ispirata all’omonimo film di Paolo Genovese.

La serie è prodotta da Lotus ed è tratta da un soggetto di Paolo Genovese, che ha diretto il film campione d’incassi nel 2014, a sua volta basato sul romanzo omonimo scritto dal regista per Mondadori.

La serie, che dovrebbe essere trasmessa da Canale5 il prossimo anno, è concepita come uno spinoff del film, dunque ne riprende in gran parte trama, ambientazione e personaggi espandendo il racconto oltre la durata limitata del formato cinematografico.

Alla regia c’è di nuovo Rolando Ravello, attore e regista che ha già diretto un’altra serie tratta da un film di Genovese, Immaturi, trasmessa da Canale5 nel 2018. Paolo Genovese, attualmente impegnato a dirigere il film Supereroi con Alessandro Borghi e Jasmine Trinca, ha a sua volta diretto Ravello nel film Sei Mai Stata sulla Luna? del 2015. Il regista ha fatto il suo personale in bocca al lupo all’amico e collega, nonché a tutta la produzione della serie ispirata al suo film: il primo ciak è stato battuto a Porta Romana il 10 dicembre.

Le riprese della serie Tutta Colpa di Freud proseguiranno, principalmente a Roma e Milano, nei prossimi mesi. Non c’è ancora una data d’uscita per questo progetto che ha avuto una lunga gestazione, ma la Lotus ha già diffuso la sinossi della serie, che ricalca in modo pedissequo quella del film da cui è tratta: anche la serie, infatti, sarà la storia di un analista di mezza età, separato e padre di tre ragazze, intento a psicanalizzare le sue figlie.

Francesco Taramelli è uno psicanalista che segue in cura tre pazienti alle prese con dei problemi di cuore: Maria è innamorata di un sordo-muto che ruba nella sua libreria, Sara è una lesbica che è stata lasciata dalla sua fidanzata dopo averle chiesto di sposarla ed Emma è una 18enne che frequenta un 50enne sposato, Alessandro. Sfortunatamente i tre pazienti sono le figlie di Francesco.

Non è ancora stato ufficializzato il cast della serie Tutta Colpa di Freud, che certamente sarà corale come quello del film: nella versione originale il protagonista è stato interpretato da Marco Giallini, mentre le sue tre figlie avevano i volti di Vittoria Puccini, Anna Foglietta e Laura Adriani. Nel cast figuravano anche Claudia Gerini (candidata per questo film come Miglior Attrice non Protagonista ai David di Donatello), Vinicio Marchioni, Alessandro Gassmann, Gianmarco Tognazzi, Paolo Calabresi, Edoardo Leo, Lucia Ocone e Giulia Bevilacqua. Il film è attualmente disponibile su Netflix.

Tutta colpa di Freud
  • Medusa Video
  • 5051891107403
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.