Avviso di chiamata su WhatsApp: come funziona e guida all’attivazione

WhatsApp per Android introduce l'avviso di chiamata con l'ultimo aggiornamento

3
CONDIVISIONI

Cambia ancora pelle WhatsApp, questa volta con un aggiornamento in grado di impreziosire oltremisura (sebbene ci sia ancora qualcosa da migliorare) l’esperienza utente in relazione alle chiamate VOIP vista l’introduzione dell’avviso di chiamata, che allerterà l’utente impegnato in una conversazione telefonica dell’arrivo contemporaneo di un’altra telefonata. Peccato manchi la possibilità di mettere in pausa la prima chiamata per poter eventualmente rispondere alla seconda, come avviene nel caso delle chiamate telefoniche tradizionali, ma immaginiamo il team di sviluppo sia ancora in tempo per aggiungere la funzionalità. Tutto quanto è possibile fare, infatti, è scegliere se chiudere la prima chiamata per rispondere alla seconda, o se proseguire con la prima rifiutando la seconda. Non ci pare sia prevista l’opzione che consentirebbe in mettere in pausa a prima conversazione, nonostante il changelog riveli ben altro.

Come riportato da ‘androidpolice.com‘, la funzione di avviso di chiamata introdotta dall’ultimo aggiornamento di WhatsApp resta comunque di gradimento: l’utente, se non altro, adesso può rendersi conto dell’arrivo contemporaneo di un’altra chiamata, a differenza di quanto avvenisse prima (era possibile apprendere della seconda chiamata solo una volta chiusa la prima conversazione).

Apprezziamo l’impegno profuso dagli sviluppatori di WhatsApp, nonostante, come sopra vi dicevamo, la funzione sia ancora migliorabile. Volete testarla in prima persona? Provate ad aggiornare l’applicazione dal Play Store (l’upgrade potrebbe non essere ancora disponibile per tutti: nel caso vi consigliamo di aspettare ancora un po’, o di procedere al download del file APK nelle modalità che stiamo per descrivervi), oppure scaricate l’APK da questa pagina per installarlo manualmente a bordo del vostro dispositivo Android (non prima di esservi assicurati di aver abilitato l’installazione di applicazioni da sorgenti sconosciute, per provvedere poi a disattivare nuovamente l’opzione per tenere alta la sicurezza del vostro dispositivo). Se avete bisogno, restiamo a disposizione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.