The Flash 6 chiude i battenti con un rocambolesco finale di metà stagione: la Crisi è arrivata (video)

La Crisi è arrivata in The Flash 6 ma prima il team ha dovuto recuperare il suo eroe

65
CONDIVISIONI

Ultimo episodio ufficiale per The Flash 6 che ha chiuso i battenti qualche ora fa con un rocambolesco finale di metà stagione che ha aperto la strada alla Crisi lasciando al palo il villain di questa prima parte di stagione. Chi sta seguendo la programmazione americana sa bene che l’episodio andato in onda martedì negli Usa è la continuazione di quello della scorsa settimana in cui Bloowork ha corrotto e portato dalla sua parte Barry. Ne “L’ultima tentazione di Barry Allen, parte 2” il capitolo si chiude in vista della Crisi e non poteva essere altrimenti visto che il nostro velocista ne sarà parte integrante al fianco del suo team che solo in queste ore ha capito quanto lui conti per loro e come sarà difficile lavorare senza di lui.

ATTENZIONE SPOILER!

Proprio come è successo in Arrow 8 con Oliver che ha dovuto fare i conti con la sua possibile morte arrendendosi agli eventi dopo un cuore a cuore con Lance, lo stesso è accaduto in The Flash 6. Il team dovrà capire come fare nell’eventualità che Barry non ci sia più e che la Crisi possa ucciderlo e in questo ultimo episodio ne ha avuto la prova proprio per via di quello che è successo con Bloodwork. Cisco ha attivato immediatamente il protocollo Babel per impedire a Barry di entrare negli Star Labs ed elaborare un piano per fermare i due.

Intanto, in The Flash 6, è arrivato il momento per Joe e Frost di lavorare fianco a fianco per cercare di fermare Barry e Ramsey e gli zombi che loro inviano per ucciderli, gli stessi che mordono il vecchio West che viene salvato proprio dalla versione di ghiaccio di Caitlin. Barry in seguito invia un messaggio chiedendo a Iris di incontrarlo e lei si presenta solo per cercare di mettersi in contatto con la sua anima e tirare fuori il suo amato marito ma senza riuscirci, tutto ormai sembra perduto almeno fino a che Cisco si rende conto che battere Bloodwork dovrà fornire l’antidoto agli zombi sotto forma di una forte esplosione UV.

Ramsey e Barry entrano nell’acceleratore di particelle per infetta la tecnologia con il suo sangue ma alla fine è proprio Iris che combatte per il controllo del marito abbattendo il villain con un’esplosione. Subito dopo Allegra usa l’acceleratore di particelle con luce UV e questo riporta tutto alla normalità. Barry torna in sé e combatte Ramsey che si trasforma in un gigantesco mostro di sangue ma che finisce per essere distratto dalla visione di sua madre che si offre di salvarlo. Barry distrae Ramsey e lo porta nella camera del MAC, intrappolandolo all’interno e trasportandolo alla custodia di ARGUS.

Durante il blackout, Nash Wells visita il tunnel sotterraneo e inizia a parlare con la voce incarnata di The Monitor che gli promette la conoscenza in cambio dell’adorazione lui rifiuta ma più tardi si sottometterà trasformandosi ufficialmente in Pariah. Il team di The Flash 6 adesso può attendere la Crisi e mentre i componenti si dicono cose importanti in pieno stile della serie ecco che l’orologio batte la mezzanotte e i cieli diventano rossi. La Crisi è iniziata.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.