FIFA 20: Van Basten fuori, il saluto nazista porta alla rimozione da FUT

La valutazione del Van Basten bannato presso i collezionisti è già salita alle stelle

Nei negozi da fine settembre, FIFA 20 rappresenta l’ultima incarnazione della celebre simulazione calcistica a marchio EA Sports e Electronic Arts. Titolo che, disponibile nelle versioni PlayStation 4, Xbox One, PC e Nintendo Switch, è andato subito a scontrarsi con il rivale eFootball PES 2020, piuttosto agguerrito per la stagione in corso. Tra innovazioni di gameplay, modalità mai viste, licenze in esclusiva e comparto grafico di primo livello, entrambi i videogiochi sportivi si sono fatti trovare preparati per competere nella conquista del titolo di miglior sportivo dell’anno.

Non solo, il nuovo capitolo di FIFA vuole dimostrarsi un campione anche in fatto di sensibilità e tematiche sociali. Per altro attualissime. Dopo il saluto nazista pronunciato al termine di Ajax-Heracles, Marco Van Basten è stato infatti cancellato dal videogioco FIFA 20, per espressa richiesta dei vertici di EA. Nello specifico, l’ex stella del Milan appariva nella giocatissima modalità FIFA Ultimate Team – conosciuta anche come FUT -, dove faceva parte dei grandi campioni del passato. Di conseguenza, ora le tre differenti card di Van Basten non sono più disponibili fino a nuovo ordine.

Offerta
FIFA 20 - Standard - PlayStation 4
  • EA SPORTS riporta il gioco nelle strade con la vera cultura,...
  • Gameplay VOLTA: esprimi il tuo stile con un sistema di gioco...

“Non volevo scioccare nessuno, volevo solo scherzare sul tedesco di Hans (un giornalista di Fox). La mia è stata solo una battuta infelice”, si era così giustificato Van Basten per aver pronunciato un Sieg heil! durante una diretta. Per tutta risposta, Fox aveva preso le distanze, sospendendo Van Basten e devolvendo il suo gettone di presenza all’Institute of Wars, Holocaust and Genocide Studies. Ora, anche il mondo videoludico si accoda alla decisione del network televisivo, con FIFA 20 ad aver eliminato la figura dell’ex campione rossonero. “Siamo consapevoli dei recenti commenti fatti da Marco Van Basten”, ha scritto Electronic Arts in una nota. “Ci aspettiamo che il nostro impegno sul fronte dell’eguaglianza e della diversità venga rappresentato anche nel gioco”. Di tutta risposta, la valutazione del Van Basten bannato presso i collezionisti è già salita alle stelle, considerando che la card può comunque ancora essere scambiata e venduta da chi già la possedeva. Voi cosa ne pensate della decisione del colosso di Redwood City di rimuovere Van Basten dal suo gioco calcistico? Fatecelo sapere nei commenti in calce.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.