Saranno 4 gli iPhone 12, presentati tutti insieme: dal 2021 si cambia registro

Gli iPhone 12 potrebbero essere 4, tutti presentati il prossimo settembre: dal 2021 la situazione cambierà

17
CONDIVISIONI

Manca quasi un anno alla presentazione dei futuri iPhone 12, ma già è tutt’un vociferare circa la prossima generazione di melafonini, che dovrebbero addirittura essere in numero di quattro (di cui uno con display da 5.4 pollici, uno da 6.7 pollici e due da 6.1 pollici ciascuno, e quindo uno in più rispetto a quanto era stato detto in precedenza). Come riportato da ‘appleinsider.com‘, il modello da 6.7 pollici ed uno di quelli da 6.1 pollici offriranno specifiche tecniche da top di gamma, presentando una fotocamera posteriore tripla assistita da un sistema laser mai visto prima, meglio conosciuto come ‘World-facing 3D sensing‘. Nel dettaglio, si tratta di una lente in grado di assicurare un campo visivo maggiore ed opzioni di zoom più avanzata, oltre poi all’opportunità di intervenire sull’immagine per includere un soggetto che sia rimasto, per errore, rimasto fuori dalla scena (fino a poco tempo fa un concetto praticamente fantascientifico e fuori dall’immaginario collettivo). Gli altri due modelli di iPhone 12, vale a dire quello da 5.4 pollici e l’altro da 6.1, avranno entrambi dei comparti fotografici doppi (mancherà il sensore ‘3D sensing’), e si manteranno entro standard inferiori, o comunque diversi.

Tutti compatibili con il 5G, ma solo 2 saranno veri protagonisti

Tutti e quattro gli esemplari saranno compatibili con i nuovi standard di rete 5G di ultima generazione, ma soltanto due godranno del supporto al mmWave 5G (per gli altri ci si fermerà al sub-6GHz 5G). Gli iPhone 12 saranno, di molto, preceduti da iPhone SE 2 (schermo LCD da 4.7 pollici), atteso per il mese di marzo, che si andrà a sommare agli altri quattro esponenti di cui sopra, per un totale complessivo di 5 melafonini presentati nel corso del 2020. D’accordo con JP Morgan, come suggerito dalla fonte sopra citata, nel 2021 potremmo assistere ad un improvviso cambio di gestione temporale relativamente al lancio dei nuovi dispositivi: i primi due in programma per la prima metà del 2021, seguiti dagli altri due nella seconda metà dell’anno. La nuova strategia contribuirebbe a risolvere i problemi di stagionalità per la catena di approvvigionamento, così come a migliorare le entrate in quanto permetterebbe alla mela morsicata di competere favorevolmente contro i continui lanci promossi dagli altri OEM in ogni parte dell’anno (cosa che di certo non giova alla forza propulsiva dell’azienda californiana, che soffre questo aspetto dei concorrenti più di qualsiasi altro).

Dal 2021 si cambierà registro: due presentazioni l’anno in programma

Seguendo questa rotta, nell’arco di 6 mesi l’azienda californiana avrebbe anche modo di intervenire su quegli aspetti che poco hanno convinto l’utenza, potendo correggere il tiro in tempo, senza troppi svarioni. Diversa è la situazione attuale, dato che nel giro di 1 anno i prodotti hanno tutto il tempo di invecchiare, e con essi anche i difetti riscontrati diventano insopportabili. Il discorso sarà da riprendere senz’altro a tempo debito, ma per adesso sarà meglio concentrarsi sugli iPhone 12, in programma per settembre 2020, e tutti compatibili con il 5G (anche se solo due, i modelli Pro, supporteranno la tecnologia mmWave 5G). Se avete domande da farci questo è il momento giusto per approfittarne: scriveteci attraverso il box dei commenti in basso.

Segui gli aggiornamenti della sezione iPhone X sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.