Arriva il primo aggiornamento Xiaomi Mi Watch: risvolti positivi per iPhone

Lo Xiaomi Mi Watch riceve il suo primo aggiornamento software: definito il supporto per iOS

9
CONDIVISIONI

Riceve il suo primo aggiornamento lo Xiaomi Mi Watch, a distanza di quasi un mese dall’evento di presentazione. Il rilascio dell’upgrade è avvenuto proprio oggi, martedì 3 dicembre: la novità più rilevante interessa il mondo iOS. Come riportato su Weibo, la sincronizzazione dell’orologio intelligente del produttore cinese con un melafonino può essere portata a termine mediante l’app companion, scaricabile da poche ore anche su iPhone, e quindi disponibile anche per gli utenti Apple.

Il nuovo pacchetto software è stato anche in grado di ottimizzare il pairing dell’indossabile, oltre a risolvere alcuni problemi riscontrabili con il sistema delle notifiche (relativi all’app ufficiale Xiaomi Wear App). Non sappiamo se l’indossabile verrà mai commercializzato in Europa (chiaramente speriamo di vederlo arrivare presto o tardi data la particolarità del prodotto), ma, in attesa di capirlo, vi riportiamo un quadro delle specifiche tecniche che lo contraddistinguono: schermo AMOLED da 1,78 pollici a 326ppi, processore Snapdragon Wear 3100, 1GB di RAM, 8GB di memoria interna, connettività eSIM 4G, NFC (purtroppo, però, i pagamenti digitali sono disponibili solo in Cina), Bluetooth 4.2, Wi-Fi (n), GPS, batteria da 570mAh, cardiofrequenzimetro, ossigenazione sanguigna, monitoraggio del sonno e dell’energia corporea.

Lo Xiaomi Mi Watch tiene perfettamente traccia anche delle attività di fitness (come potrebbe non essere altrimenti trattandosi di uno smartwatch) e del nuoto. Il sistema operativo di riferimento è Wear OS con personalizzazione MIUI Watch (l’ottimizzazione è prevista per oltre 40 applicazioni). C’è anche l’assistente XiaoAI proprietario, anche se il suo funzionamento è limitato al solo territorio cinese. La novità del giorno è il primo aggiornamento destinato allo Xiaomi Mi Watch, che ne decreta la compatibilità con gli iPhone; c’è, però, anche un nota dolente da considerare, ovvero il fatto che, per adesso, l’indossabile non è disponibile in Europa (non sappiamo nemmeno se mai lo sarà).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.