Conte da scudetto. Sarri KO. Lo spettro del “zero tituli”

L'Inter sorpassa la Juventus in testa alla classifica. Erano anni che i bianconeri non mollavano il podio. Ci voleva il tecnico toscano per riuscire in questa indesiderabile impresa?

324
CONDIVISIONI
Sarri allenatore Juve

L’inter batte la Spal e supera la Juventus, fermata dal Sassuolo, in vetta alla classifica. Conte conquista lo scudetto della quattordicesima giornata di campionato, Sarri riesce nell’impresa di far perdere ai bianconeri un primato che dura da otto anni.

Ovviamente siamo a meno della metà del torneo. Sarri e la Juventus hanno tutte intatte le possibilità di centrare il nono scudetto consecutivo. Ma certamente il sorpasso dell’Inter di Conte non l’avrebbe potuto prevedere neanche il più pessimista dei tifosi.

E’ un colpo psicologico di non scarso peso quello che si è abbattuto su Sarri chiamato a sostituire un allenatore come Allegri che di scudetti consecutivi ne aveva conquistati cinque. Per Sarri la conquista dello scudetto è il minimo sindacale per giustificare il lauto ingaggio che dovrà esser onorato dalla vittoria della Champions visto che il suo predecessore di finali ne aveva conquistate due.

Per il momento la Juventus sorride solo in Europa dove ha già archiaviato, da prima del girone, la pratica qualificazione agli Ottavi. In campionato invece, soltanto un secondo posto . Poco, troppo poco per le buone abitudini bianconere. Nulla di compromesso, ma un bel campanello d’allarme suona dalle parti di Vinovo dove potrebbe materializzarsi lo spettro dei “zero tituli”

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.