Chiamate con prefisso 44 sono una truffa? Dalla Tunisia alla Gran Bretagna le ping calls

Spopola ancora una volta il raggiro dei prefissi internazionali, cosa non fare

7
CONDIVISIONI

Dilagano davvero le chiamate con prefisso 44 in queste ore e sono davvero in molti a chiedersi a quale paese corrispondano le telefonate ricevute sul telefono. Esattamente come nei recenti casi di chiamate pure ricevute con prefisso 216, posiamo dire che ci troviamo al cospetto di un nuovo tentativo di truffa, per il fenomeno orami tristemente noto come “ping calls”.

Chiariamo prima di tutto a quale paese appartenga il prefisso 44: il codice è identificativo della Gran Bretagna ma il vero motivo del contatto che in molti stanno ricevendo pure in questo weekend è riconducibile ad un tentativo di raggiro, sarebbe meglio dire anche truffa. Si riceva un solo squillo da un numero proprio con il prefisso qui indicato. La curiosità del ricevente gioca allora un brutto scherzo e al tentativo di richiamata a quella numerazione, ecco che vengono addebitati al malcapitato i costi importanti di una telefonata internazionale e semmai pure ad un numero speciale.

La trappola dunque è la stessa identica di quella perpetuata per le chiamate dalla Tunisia. Le ping calls funzionano alla grande sui più curiosi, soprattutto nel caso di utenti poco avvezzi ad informarsi sul web prima di effettuare la richiamata. In questi giorni, pure la Polizia Postale sta rimettendo in guardia i cittadini italiani dal nuovo pericolo. I rischi possono provenire in realtà da più prefissi e oltre quelli già identificati 216 e 44, rispettivamente della Tunisia appunto e del Regno Unito. Occhio, in effetti ai codici 373 della Moldavia, 678 del Vanuatu nel Sud Pacifico), 383 del Kosovo, 375 della Bielorussia, 371 della Lettonia e 255 della Tanzania. Meglio non lasciare nulla al caso, nel caso si venga raggiunti da un contatto con queste caratteristiche non bisognerà mai richiamare la numerazione indicata e tanto più sarà pure utile inserire quel recapito nella Black Lista del proprio telefono per proteggersi in futuro in maniera automatica.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.