Serie tv su Sky a dicembre 2019, cosa guardare da The Race a The Loudest Voice con Russell Crowe

Tra le nuove uscite su Sky anche la miniserie Showtime con un irriconoscibile Russell Crowe nei panni di Roger Ailes

5
CONDIVISIONI

A un mese dalla fine dell’anno le varie reti e piattaforme di streaming hanno ancora molte carte da giocare. Se Netflix è pronta a lanciare V Wars, The Witcher e You 2 e su Amazon si avvicina il debutto di The Marvelous Mrs. Maisel 3, vediamo come rispondono le serie tv in arrivo su Sky a dicembre 2019.

Il 1° dicembre al via la seconda stagione di Single Parents, comedy ideata da Elizabeth Meriwether e J. J. Philbin. La serie segue un gruppo du genitori single e il loro tentativo di far capire all’amico divorziato Will che la vita non ruota esclusivamente attorno al suo ruolo di padre.

I principali interpreti di Single Parents sono Taran Killam, Leighton Meester, Brad Garrett, Kimrie Lewis, Jake Choi, Marlow Barkley, Tyler Wladis, Devin Trey Campbell, Mia Allan, Ella Allan.

Il 1° dicembre segna poi il ritorno di Fresh Off the Boat con la sua sesta e ultima stagione. Ispirata al libro Fresh Off the Boat: A Memoir di Eddie Huang, la serie di Nahnatchka Khan racconta le vite della famiglia taiwanese di Eddie Huang dopo il trasferimento da Washinton a Orlando, in Florida, per aprire una bisteccheria.

Il cast di Fresh Off the Boat comprende Randall Park, Constance Wu, Hudson Yang, Forrest Wheeler, Ian Chen, Lucille Soong, Chelsey Crisp, Ray Wise.

Il 2 dicembre debutta la seconda stagione di Strike, crime drama britannico basato sul romanzo Cormoran Strike, scritto da J.K. Rownling con lo pseudonimo Robert Galbraith. Le vicende al centro della storia sono quelle di Cormoran Strike, veterano di guerra e investigatore privato che grazie ad abilità uniche risolve casi estremamente complessi, dinanzi ai quali la polizia rimane impotente.

I principali interpreti di Strike sono Tom Burke, Holliday Grainger, Kerr Logan, Ben Crompton, Natasha O’Keeffee, Killian Scott, Ann Akin, Sargon Yelda, Caitlin Innes Edwards.

La più attesa fra le serie tv su Sky a dicembre 2019 è The Loudest Voice – Sesso e Potere. Si tratta di una miniserie in sette episodi al debutto il 4 dicembre su Sky Atlantic, ispirata all’omonimo romanzo di Gabriel Sherman e allo scandalo Ailes. La trama rievoca infatti la vita di Roger Ailes, magnate dei media capace di trasformare Fox News in una delle emittenti più influenti di sempre. Gli eventi narrati riguardano in particolare gli ultimi dieci anni della vita dell’uomo, il modo in cui questi si intersecano ai fatti principali della storia americana e, infine, alle accuse di molestie che ne hanno travolto la carriera.

Nell’eccellente cast principale di The Loudest Voice figurano Russell Crowe, Seth MacFarlane, Sienna Miller, Simon McBurney, Annabelle Wallis, Aleksa Palladino, Naomi Watts.

Si arriva poi al 12 dicembre con The Murders, thriller poliziesco canadese in otto episodi creato da Damon Vignale. Le vite osservate sono quelle di due investigatori e delle loro indagini su un misterioso serial killer abituato a uccidere le proprie vittime col potere della musica.

Gli interpreti della serie sono Jessica Lucas, Lochlyn Munro, Dylan Bruce, Terry Chen, Luvia Petersen, Venus Terzo.

Le nuove uscite Sky di dicembre 2019 comprendono poi The Race – Corsa Mortale (Curfew), in arrivo il 17 del mese. Ambientata in un futuro prossimo, questa serie distopica creata da Matthew Read racconta di come la Terra sia alle prese con la virulenza di un virus dalle origini ignote. Per proteggere gli abitanti il governo totalitario del Regno Unito impone un coprifuoco e la prigione per chiunque non lo rispetti. I protagonisti sono cinque fortunati ai quali è permesso di gareggiare in una corsa illegale per conquistarsi un posto in un rifugio.

Il cast della serie comprende Sean Bean, Ike Bennett, Michael Biehn, Adam Brody, Aimee-Ffion Edwards, Phoebe Fox, Robert Glenister, Malachi Kirby, Adrian Lester, Miranda Richardson, Billy Zane e Clive Russell.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.