Eolo non funziona il 29 novembre? Zone colpite e assistenza

Più di una regione colpita, a Torino il fulcro del disservizio in questo momento

7
CONDIVISIONI

Il servizio Eolo non funziona in questo pomeriggio del 29 novembre. Non possiamo parlare di un vero e proprio down per tutti i clienti, eppure in diverse regioni d’Italia si segnalano problemi che non rendono possibile la navigazione internet per chi ha sottoscritto un contratto con l’operatore. Vediamoci chiaro, capendo quali siano le aree geografiche maggiormente interessate.

La situazione di questo momento è ben fotografata dal grafico delle segnalazioni di anomalie fornite da Downdetector. In effetti, non sono pochi i clienti che almeno dalle ore 15 di questo pomeriggio hanno iniziato a lamentare proprio i malfunzionamenti con la loro connessione di rete di casa ma anche di ufficio, nel caso di utenza business.

Quali sono le regioni maggiormente colpite dai problemi Eolo odierni? Il disservizio sembra focalizzarsi soprattutto nella regione Piemonte e in particolare nella città di Torino e provincia corrispondente ma anche a Biella. Allo stesso modo, anche se in misura minore pure la Valle d’Aosta e la Lombardia sembrerebbe essere interessata da qualche disagio.

Per il momento, sui canali ufficiali Eolo non sono comparse comunicazioni relative proprio ai disservizi odierni. Non possiamo dunque ipotizzare quali siano le cause di natura tecnica che hanno scatenato, appunto, i problemi. L’aspetto più grave è che, per molti, la navigazione internet più che essere rallentata è in tutto e per tutto preclusa.

Se Eolo non funziona a dovere, va pure segnalato come l’assistenza dell’operatore sia raggiungibile non attraverso un contatto telefonico ma via web. I clienti che subiscono ora malfunzionamenti sono invitati ad aprire una richiesta di supporto attraverso la propria area personale sul sito dell’azienda. Per avere delucidazioni sulla situazione potrebbe pure essere utile contattare i canali social Facebook e Twitter di Eolo appunto.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.