The Walking Dead 10 chiude il 2019 con ascolti in ribasso: il ritorno di Michonne e un’altra spia nei nuovi episodi?

Gli ascolti non premiano la ritrovata qualità di The Walking Dead 10, come sarà la seconda parte di stagione?

32
CONDIVISIONI

La qualità non paga, non dopo essersi trascinati per due anni deludendo le aspettative di tutti, o quasi, ed è per questo che The Walking Dead 10 adesso stenta a spiccare il volo. L’arrivo di Angela Kang dietro l’intera macchina di produzione della serie ha sicuramente migliorato le cose in termini di ritmo, di tempi serrati e collisione tra gli alessandrini e i Sussurratori ma, a quanto pare, questo non è bastato. L’ottimo finale di metà stagione andato in onda domenica negli Usa e lunedì in Italia, ha lasciato il segno in coloro che si sono ritrovati davanti allo schermo ma, purtroppo, non eravamo così in tanti.

Nonostante l’alta qualità della narrazione, gli ascolti per The Walking Dead 10 continuano a scendere pagando lo scotto di un’ottava e una nona stagione davvero troppo noiose e con pochi spunti. Il finale di metà stagione non è riuscito a conquistare il pubblico e così lo show AMC ha chiuso il suo 2019 al secondo posto nella notte alle spalle di The SimpsonsThe Walking Dead 10×08 ha conquistato 3,21 milioni di telespettatori domenica sera per un punteggio di 1,02 nella chiave demografica 18-49, il dato live più basso per la serie da quando è stata lanciato all’inizio del decennio ma i numeri potrebbero aumentare quando arriveranno i dati di Live + 3 e le visualizzazioni attraverso il servizio Premiere AMC che consente al pubblico di vedere gli episodi in streaming prima che vengano trasmessi in tv.

LA QUESTIONE MICHONNE E LA SPIA

Al momento sembra che i dati non preoccupino la produzione dell’universo The Walking Dead visto che proprio domenica sera è stato lanciato il promo del nuovo spin-off della serie, The Walking Dead: World Beyond, e sullo sfondo rimangono ancora i tre film legati alla vita di Rick Grimes. Proprio lo sceriffo potrebbe essere ancora la chiave della seconda parte di stagione in onda da fine febbraio negli Usa e in Italia.

In molti hanno visto andare via Michonne e sono convinti che tornerà (perché lo farà secondo quanto hanno rivelato i produttori esecutivi) con novità importanti sullo sceriffo. Forse qualcuno lo ha conosciuto? Una frase o un oggetto gli faranno capire che Rick è ancora vivo? Proprio nel finale di metà stagione di The Walking Dead 10 abbiamo lasciato Michonne in viaggio con Virgil quando ha scoperto che vive in una base navale che ha armi necessarie per eliminare Alpha e i suoi vaganti. I due sono partiti per un viaggio che dovrebbe durare quattro giorni, ma sarà davvero così?

La stessa Angela Kang ha rivelato a The Hollywood Reporter:

“Va via con Virgilio e c’è un po’ di viaggio lì, quindi no, non la vedremo subito quando torneremo, ma non dirò esattamente quando tornerà. Quello che posso dire è che c’è altro da dire su di lei. Ci sono alcuni contenuti carnosi con lei che si spera siano interessanti per il pubblico. Ci saranno alcune cose che introdurranno anche alcuni intrighi molto interessanti nella sua storia e penso che sia assolutamente geniale. Questo è quanto posso dire senza dare troppo”.

Sicuramente l’arrivo di Virgil potrebbe regalare a Michonne la scusa per andare via senza morire ricongiungendosi a Rick e, quindi, essere parte integrante dei famosi tre film che dovrebbero raccontare questi sei anni passati dallo sceriffo lontano da casa e, magari, il ricongiungimento con la sua guerriera.

Dall’altro lato abbiamo ancora la guerra contro i Sussurratori. La seconda parte di The Walking Dead 10 potrebbe rivelare l’esistenza di un’altra spia dopo Dante. Proprio la questione infiltrati potrebbe essere il succo dei nuovi episodi perché se Michonne è convinta che qualcuno dei Sussurratori possa nascondersi nella comunità di Oceanside, il promo ha rivelato che dall’altra parte c’è Gamma ancora legata ad Aaron, e cosa vogliamo dire di Negan? La partita è ancora aperta, ne siamo certi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.