The Good Place 3 su Infinity dal 28 novembre, Eleanor & Co. provano a riscrivere il loro destino

In attesa della quarta e ultima stagione, Infinity propone i 13 episodi della terza: eccone tutti i dettagli

Chi ha già esplorato la parte buona e quella cattiva su Netflix può finalmente godersi The Good Place 3 su Infinity. La brillante comedy creata da Michael Schur per NBC arriva il 28 novembre sulla piattaforma con 13 nuovi episodi, in attesa della quarta e ultima stagione.

The Good Place si presenta al debutto come la storia di Eleanor, una giovane donna morta in circostanze assurde e catapultata in una parte buona che è una sorta di Paradiso. Scambiata per qualcun altro e impaurita all’idea che gli altri scoprano le sue cattive azioni nella vita reale, chiede al compagno Chidi una mano per diventare una persona migliore.

Michael, architetto della parte buona e referente di tutti gli abitanti, si rivela però una figura di gran lunga meno angelica del previsto. Il suo vero obiettivo è presto svelato: torturare quattro soggetti – Eleanor, Chidi, Tahani e Jason – in modi sempre più assurdi e creativi perché impazziscano e si mettano uno contro l’altro. I quattro, però, smentiscono le sue aspettative formando inattesi e solidissimi legami umani.

Michael si vede così costretto a resettare migliaia di volte il suo piccolo mondo, sperando di fiaccare prima o poi gli sforzi dei protagonisti. Non ci riesce mai, anzi ogni fallimento lo avvicina un po’ di più ai giovani che prima tentava di combattere. E così l’intreccio si prepara a snodarsi nei nuovi episodi di The Good Place 3.

In questa stagione ai protagonisti è concessa la possibilità di tornare sulla Terra per migliorare la propria condotta morale e accumulare abbastanza punti da guadagnarsi l’accesso alla vera parte buona. Michael e la fedele assistente Janet faranno il possibile per dar loro una mano, ma sarà sufficiente?

Le anticipazioni del cast

Ai tempi della presentazione di The Good Place 3 alla stampa USA, Kristen Bell ha così descritto il viaggio – reale e metaforico – di Eleanor e compagni negli episodi della terza stagione:

Penso si possa dire che, metaforicamente, questa stagione mostri cosa significa giocare a scacchi con persone che non sanno che stai giocando con loro, e farlo in un modo che possa non influire sull’universo nel suo complesso. Perché i nostri personaggi non sanno che esiste una missione più grande. […] Ciò che più mi è piaciuto dell’ultimo episodio della seconda stagione è che si è vista una specie di riassunto delle vite di tutti dal primo gennaio al primo marzo.

Si fanno dei buoni propositi, si promette di essere persone migliori, di fare più attività fisica, di mangiare i broccoli. Poi arriva marzo e si scopre di non aver fatto nulla di tutto questo. Lo abbiamo già visto con Eleanor. Giura di cambiare e poi si annoia. Quindi adesso siamo sulla Terra, ciascuno per conto suo. E quello che abbiamo imparato nelle prime due stagioni è che la nostra forza sta nel gruppo.

Cast e personaggi di The Good Place 3

Nel cast di The Good Place 3 figurano gli stessi personaggi e interpreti già conosciuti e amati nelle stagioni precedenti. Kristen Bell è ancora Eleanor Shellstrop, al principio una persona egocentrica, egoista e sgarbata, ma poi cresciuta fino a diventare una donna empatica e animata da buone intenzioni.

William Jackson Harper interpreta Chidi Anagonye, eternamente indeciso, ansioso e insicuro, ma anche gentile, educato e colto. Con la sua passione e la sua conoscenza della filosofia e dell’etica diventa la bussola morale del gruppo.

Jameela Jamil presta il volto a Tahani Al-Jamil, ricca e colta donna inglese di origini pachistane. Sempre attenta a richiamare le buone azioni svolte in vita, Tahani è in realtà una persona insicura, perennemente oscurata dalla sorella e trascurata da genitori assenti e distaccati.

Manny Jacinto è Jason Mendoza, aspirante DJ abituato a collezionare un fallimento dietro l’altro. Pur non essendo mai stato davvero una brava persona, Jason spicca più che altro per i suoi comportamenti infantili e l’incapacità di essere del tutto presente in una situazione.

Ted Danson interpreta Michael, presentato come architetto della parte buona e poi come demone di quella cattiva. Nel corso delle stagioni vive una vera e propria epifania, lasciandosi conquistare dall’umanità, dalla resilienza e dalla capacità di adattamento dei protagonisti.

Infine, D’Arcy Carden è Janet, assistente di Michael e fonte di ogni informazione e conoscenza sull’universo immortale nel quale la storia è ambientata. Pur essendo l’equivalente di un robot, col tempo impara a sviluppare sentimenti assimilabili a quelli degli umani.

Tra i personaggi ricorrenti e le guest star, poi, spiccano Adam Scott nei panni del demone Trevor; Marc Evan Jackson in quelli di Shawn, perfido capo di Michael; Kirby Howell-Baptiste è invece la neuroscienziata Simone e Maya Rudolph il giudice che dirime le questioni relative alla parte buona e a quella cattiva.

Ecco adesso uno sneak peek di The Good Place 3, su Infinity dal 28 novembre.

The Good Place: The Complete Third Season
  • Audience Rating: NR (Non valutato)
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.