Tanti toni vocali per Alexa, in grado di gestire le ricette mediche

Svolta salutistica per Alexa, in grado di gestire le ricette mediche degli utenti

2
CONDIVISIONI

Un grande futuro attende Alexa, l’assistente digitale di Amazon che troverete in forte sconto per effetto del Black Friday 2019 (almeno fino al 29 novembre, salvo proroghe eventuali poste in essere dal Cyber Monday 2019). Il colosso dell’e-commerce ha in mente grandi progetti per Alexa, che sta cercando, per certi versi riuscendoci, di scalzare Google Assistant, l’assistente virtuale di Big G.

Come riportato sul portale degli sviluppatori Amazon, Alexa presto si arricchirà di nuove intonazioni vocali, permettendo agli utenti americani di impostare tra vari toni, così che Alexa possa esprimere felicità, eccitazione, empatia ed addirittura delusione. L’assistente sarà in grado di adottare l’intonazione più adatta a seconda della domanda che gli sarà rivolta. Verranno aggiunti anche nuovi timbri vocalici, che consentiranno ad Alexa di sposare le voci di giornalisti radiofonici e DJ. Al momento le novità interessano il solo mercato americano, ma non è escluso possano essere estese ad altri Paesi presto o tardi.

Vi lasciamo in basso alcuni link attraverso cui potrete ascoltare le diverse intonazioni che Alexa adotterà negli USA per rispondere alle domande degli utenti locali:

– Excited (High Intensity)
– Excited (Medium Intensity)
– Excited (Low Intensity)
– Disappointed (High Intensity)
– Disappointed (Medium Intensity)
– Disappointed (Low Intensity)

Al di là degli stili, che pure sono importanti, c’è un risvolto che potrebbe particolarmente catturare l’attenzione dei fruitori dell’assistente digitale di Amazon, che sarà capace di ottimizzare la gestione delle ricette mediche (il progetto pilota è, per adesso, disponibile solo per i residenti della East Coast e Midwest, tra l’altro clienti della Giant Eagle Pharmacy. Quando gli utenti integreranno il profilo personale della Giant Eagle Pharmacy nelle skill di Alexa, riusciranno a gestire tutto tramite comandi vocali, senza aver bisogno di fare altro (l’assistente virtuale potrà perfino ricordare loro di assumere quella specifica medicina ad un’ora determinata ed alle dosi richieste).

Offerta
Echo Dot (3ª generazione) - Altoparlante intelligente con...
  • Ti presentiamo Echo Dot - Il nostro altoparlante intelligente più...
  • Controlla la musica con la tua voce – Ascolta brani in streaming da...

Le medicine sono finite? Potrete chiedere ad Alexa di acquistarle per voi, in modo da non restare mai senza (aspetto molto utile nel caso in cui si debbano giornalmente assumere farmaci salvavita). Non bisognerà neanche stare a preoccuparsi della privacy, in quanto Amazon, trattandosi di un argomento molto personale (immaginiamo non tutti saranno disposti a sbandierare la terapia farmacologica che segue ogni giorno), ha posto in essere un sistema per blindare i dati delle prescrizioni mediche. Prima di potersi pronunciare circa i suggerimenti ed i promemoria sui farmaci da assumere, Alexa dovrà identificare l’utente attraverso la voce e verificare che il codice di accesso corrisponda a quello aggiunto nella relativa applicazione. Se anche solo uno dei due passaggi non dovesse risultare conforme per la mancanza corrispondenza dei dati forniti dall’utente (che sia la voce nel primo caso, o il codice di accesso personale nel secondo), il procedimento subirà un arresto, e non si potrà andare avanti fino a diversa comunicazione (si potrà magari riprovare, ma l’esito sarà garantito non prima di aver superato entrambi i passaggi di sicurezza). Un risvolto assai interessante per la salute e la tranquillità, soprattutto delle persone più anziane: Alexa si farà in quattro per voi, ormai è chiaro. Siete soddisfatti? Fatecelo sapere lasciando un commento all’articolo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.