Tanti rimedi possibili per utenti Huawei che non riscontrano l’aggiornamento EMUI 10 a fine 2019

Alcune dritte importanti che potrebbero accelerare i tempi di installazione della patch sui vostri device Huawei

16
CONDIVISIONI
Huawei

Sono anni che, al momento del rilascio su larga scala di un importante aggiornamento software per smartphone Huawei, riscontriamo feedback di utenti che lamentano la mancata disponibilità del pacchetto software. Nella quasi totalità dei casi, si fa riferimento in questo frangente alla mancata ricezione della notifica per procedere con il download via OTA, o in alternativa all’assenza del pacchetto software nell’apposito menù delle impostazioni. Le ragioni possono essere molteplici e, tramite le dritte di oggi 26 novembre (a mio parare utili anche per utenti Honor, almeno in in parte), potreste trovare delle spiegazioni in grado di farvi accelerare la pratica. Proviamo a capire come stiano realmente le cose.

L’importanza di HiCare per gli aggiornamenti Huawei

Il primo punto è diventato centrale in queste settimane, nel senso che un numero crescente di utenti in possesso di smartphone Huawei afferma di aver scaricato l’aggiornamento stabile ad EMUI 10 solo attraverso HiCare. La motivazione ve l’ho riportata pochi giorni fa, come avrete notato sul nostro magazine, ed è a conti fatti una presa di posizione ufficiale. La divisione italiana del produttore, infatti, evidenzia che a causa della memoria cache piena, potreste avere difficoltà nel trovare la disponibilità dell’aggiornamento in questione all’interno delle impostazioni, ragion per cui HiCare potrebbe rappresentare l’unica soluzione a vostra disposizione.

HiSuite e la necessità di aggiornamenti per il programma

Il secondo punto di oggi ho avuto modo di viverlo sulla mia pelle. Mi riferisco al mondo di HiSuite, la piattaforma per Windows e Mac che potrebbe darvi una grossa mano proprio in fase di installazione di un nuovo aggiornamento. Bisogna tener conto che anche questi sistemi operativi potrebbero aver bisogno di aggiornamenti (a loro volta) per funzionare al meglio, ma anche per garantire la corretta esecuzione di servizi come HiSuite. Spesso e volentieri, infatti, un blocco minimo nelle vostre impostazioni potrebbe rendere impossibile anche un’operazione banale come questa.

La SIM come ostacolo nel trovare un aggiornamento Huawei

Un altro punto sul quale possiamo concentrarci, con alcuni casi verificati in passati all’interno di community tematiche, riguarda la questione SIM. Nello specifico, può succedere che cambiando scheda, il vostro smartphone Huawei o Honor riesca finalmente ad individuare la disponibilità di un aggiornamento che stavate aspettando da tempo. Indipendentemente dal fatto che si tratti o meno di EMUI 10. Questione toccata, tra le altre cose, anche da una fonte come Huawei Blog nel corso delle ultime ore.

Il discorso fatto oggi 26 novembre sugli smartphone Huawei e Honor in realtà potrebbe andare al dì là della questione EMUI 10, ma il mio focus ha un senso. A partire dall’aggiornamento in questione, infatti, ho notato che il produttore asiatico abbia adottato un approccio che potrebbe rendere più selettivo l’intero processo di distribuzione di un pacchetto software.

Soluzione estrema in eRecovery per utenti Huawei

Una strada più complessa, ma molto efficace, potrebbe convergere in recovery. In realtà, tale modalità con Huawei si chiama eRecovery e vi porterà al ripristino dello smartphone. Bisogna spegnere il device e riavviarlo dopo averlo collegato alla corrente, premendo a lungo il tasto di accensione e quello di volume su. Entreremo in una nuova modalità, dove dovremo inserire la chiave WiFi, e da qui troveremo una volta per tutte la versione più recente del firmware associato al nostro smartphone.

Assistenza Huawei a vostra disposizione

L’ultima spiaggia, ovviamente, è il contatto diretto con l’assistenza Huawei. Ad un operatore, infatti, potrete comunicare tranquillamente il vostro codice IMEI, lasciandovi guidare nel processo che con ogni probabilità lo porterà a farvi installare l’ultimo aggiornamento per voi disponibile. Anche nel caso di EMUI 10.

Commenti (3):
Serena

È un buonissimo tel perché non deve essere aggiornato in alcuni articoli lo includete in altri no non ci sto capendo nulla spero di avere una risposta da voi

paola

Buona giornata a Lei signor Pasquale Funelli siamo a dicembre ma la Patch di Sicurezza descritta in un precedente articolo non si vede cioè quella 9.1.0.288 ( SETTEMBRE ) neanche l’ombra ma il mio HUAWEI P20 LITE va bene e non è VECCHIO ( acquistato a metà Ottobre 2018 ). Inoltre è aggiornato a EMUI 9.1 da Luglio 2019 compresa patch di Sicurezza di Maggio 2019, e a fine Agosto 2019 ha fatto
l’aggiornamento per la Patch di Sicurezza di Luglio 2019 ( versione 9.1.0.200 ).

Risposta.

paola

Buon giorno Pasquale Funelli su HUAWEI P20 LITE compreso il mio c’è l’applicazione HICARE che ho attivato tramite HUAWEI ID, e un brandizzato Wind ( ora Wind Tre ) ma qui non c’è nessun aggiornamento in vista di nessun genere. La notifica OTA non arriva e se si va nel percorso Impostazioni Verifica Aggiornamenti neanche qui si vede niente nessun aggiornamento in vista.

Io sto aspettando la patch di sicurezza di Settembre 2019 che dovrebbe essere questa 9.1.0.288 vedi articolo precedentemente scritto da Lei, ma non si vede, siamo alla fine di Novembre.

Infine posso dire che i ” LITE ” posso essere lenti ma cosi si esagera. Secondo Lei.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.