Sta arrivando Spusu: attivo il sito del nuovo gestore austriaco

Spusu sta per arrivare in Italia: comparso il sito del nuovo gestore virtuale su rete Wind Tre

13
CONDIVISIONI

Spusu sta per affacciarsi in Italia: come riportato da ‘mondomobileweb.it‘, il gestore austriaco, che prenderà le vesti di Full MVNO sotto rete Wind Tre, ha da poco lanciato il suo sito italiano ‘spusu.it’, a riprova del fatto che manca davvero poco al lancio ufficiale nel nostro Paese. Spusu fa parte della società Mass Response Gmbh e deve il proprio nome alle iniziali dei termini tedeschi ‘Sprich und Surf‘, ovvero ‘Parla e Naviga’. Il seriale delle SIM (ICCID) sarà ‘893956‘, mentre il prefisso utilizzato ‘3780’ (chiaramente per le nuove attivazioni).

Il gestore virtuale fornirà il proprio servizio sulla rete Wind Tre fino in 4G (e poi in 5G) anche in futuro, visti i buoni rapporti che intercorrono con Drei (3) in madrepatria. Al moomento il sito italiano appare alquanto spoglio: la pagina principale presenta il claim ‘spusu. La telefonia mobile dal cuore grande‘, il logo e solo qualche riferito nel footer all’ufficio stampa operante sul territorio nazionale ed alla società che gestirà localmente l’operatore, ovvero spusu Italia S.r.l.

Spusu dovrebbe essere lanciato nel Q1 2020, anche se non ci sono ancora delle date vere e proprie da tenere in considerazione per l’evento. Un altro indizio che gioca a favore del suo arrivo imminente è relativo alla sua comparsa tra le varie opzioni dedicate alla portabilità del proprio numero di telefono verso altri provider nazionali. Si tratta di prove tecniche necessarie per il processo di affinamento antecedente al lancio: tra pochi mesi gli utenti italiani avranno a disposizione un’altra scelta quando c’è da affidarsi ad un operatore di telefonia mobile. Non ci sono soltanto TIM, Vodafone e Wind Tre, ma anche queste piccole realtà pronte ad infastidirli, e che magari qualcuno potrebbe preferire. Voi cosa ne dite? Scriveteci un commento per farcelo sapere.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.