Perché la batteria del Samsung Galaxy S11 sarà molto più grande: la nuova tecnologia

Promette bene il prossimo top di gamma sudcoreano in fatto di autonomia: non saranno solo chiacchiere

5
CONDIVISIONI

Manca ancora diverso tempo alla presentazione del Samsung Galaxy S11, ma le indiscrezioni si stanno facendo davvero incontenibili: in particolare è emerso che a stupire sarà soprattutto l’autonomia del prossimo top di gamma. Stando ad un rapporto proveniente dalla Corea del Sud, ITM Semiconductor si sarebbe occupata di fornire al colosso di Seul una batteria che si avvale della tecnologia PMP (Protection Module Packages), grazie alla quale le dimensioni generali vengono ridotte del 57%. Tali unità sono state prodotte negli stabilimenti di Nanjing (Cina) di LG Chem con l’innesto del PMP, che unisce il Protecion IC con MOSFET e PCB.

La cosa rende superfluo l’utilizzo di una cover protettiva, permettendo così di abbattere l’ingombro, o di equipaggiare i dispositivi di batterie con maggiore capacità nel medesimo spazio. Il produttore asiatico avrebbe deciso di protendere per questa strada, incrementando la portata della batteria di cui disporrà il Samsung Galaxy S11: il modello ‘e’ presenterà una batteria da 3730mAh (su S10e l’unità energetica si fermava a 3100mAh), la versione standard ne includerà una da 4300mAh (contro i 3400 di S10) e la variante Plus una batteria da 5000mAh (contro i 4100 di S10 Plus).

Una soluzione estremamente votata all’innovazione, che dovrebbe consentire di potenziare la capacità delle batterie che alimenteranno i tre rappresentanti del futuro Samsung Galaxy S11, senza però spingere troppo il piede sull’acceleratore, e lasciando il restante spazio per altri componenti, tra cui la fotocamera, che a bordo del prossimo top di gamma promette di avere una marcia in più. Le indiscrezioni trapelate da ‘thelec.kr‘ ci sembrano alquanto plausibili: staremo a vedere se l’azienda sudcoreana deciderà di seguire questa direzione, o se alla fine la tecnologia non sarà pronta per fare il suo debutto tra tre mesi circa. Se avete domande da farci utilizzate il box dei commenti in basso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.