Sarà più facile bloccare e sbloccare contatti in WhatsApp, pagamenti in arrivo

Ancora passi in avanti per l'app di messaggistica, l'ultima beta per iPhone rivelatrice

3
CONDIVISIONI

Come è possibile bloccare e sbloccare contatti in WhatsApp. Esiste una maniera intuitiva e veloce per effettuare entrambe le operazioni? Gli sviluppatori stanno lavorando ad una nuova funzione che semplificherà la vita di molti utenti, soprattutto in caso di interlocutori molesti. Allo stesso tempo, procedono i lavori per far partire i pagamenti via app attraverso il metodo Facebook Pay.

Come al solito, tutte le anticipazioni sulle nuove funzioni relative all’app di messaggistica provengono dalla versione beta del servizio, in questo caso quella per dispositivi iOS e dunque per iPhone. L’instancabile WABetaInfo ha messo in fila le due più succulenti novità dell’ultima versione disponibile, la iOS 2.19.120.21.

La prima novità riguarda appunto la possibilità di bloccare e sbloccare contatti in WhatsApp. Da sempre l’operazione è possibile per impedire ad interlocutori molesti di inviarci messaggi. Cosa succede tuttavia, ora, quando si procede a questo passaggio? Bisogna operare selezionando il profilo e appunto selezionando la voce apposita “Blocca Contatto”. Quanto fatto, tuttavia, non fa comparire alcun messaggio nella chat di riferimento. Proprio con l’ultimo intervento degli sviluppatori, al contrario, nella chat comparirà una notifica in un “balloon” contenente proprio l’avviso di blocco. Ancora più pratica è un’ulteriore feature pensata dagli esperti. Sempre sulla schermata del servizio comparirà anche un secondo alert che inviterà automaticamente a sbloccare l’utente senza andare nell’apposita scheda.

Oltre alle nuove modalità per bloccare e sbloccare contatti WhatsApp, l’altro passo compiuto dagli sviluppatori nell’ultima beta iOS riguarda i pagamenti. Nella versione non definitiva dell’applicazione è stata infatti scovata la pagina delle impostazioni di un nuovo metodo di pagamento. Il solo riferimento, ad oggi, è a Facebook Pay ma non ci sono dubbi sul fatto che per il futuro la feature evolverà ancora. Le transazioni di denaro sono già in sviluppo da tempo attraverso il servizio e in sperimentazione in paesi come l’India.

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.