Fedez risponde a Tiziano Ferro: “Mi fa strano rendere conto di una cosa che ho scritto 10 anni fa”. Ma come è andata davvero?

Tiziano Ferro/Fedez - Fedez/Tiziano Ferro: ecco come sono andate le cose

20
CONDIVISIONI

Tiziano Ferro parla di un “idolo dei ragazzini” che lo ha preso in giro e qualcuno ipotizza sia Fedez. Il tutto arriva al rapper, che risponde via social.

Oggi Tiziano Ferro ha presentato il nuovo album, Accetto Miracoli, in conferenza stampa. Ha parlato di odio e di bullismo, proponendo che l’Italia abbia una legge contro l’odio.

“Anche una battuta può mettere un adolescente a disagio e che un idolo dei ragazzini mi prenda in giro su questo è un atto di bullismo molto forte, non solo verso di me ma anche verso il suo pubblico”, ha detto.

Non ci sono prove che l’artista abbia voluto far riferimento a Fedez né dalla sua bocca è mai uscito quel nome anche se è verosimile che abbia voluto voluto fare riferimento proprio a lui. Qualche ipotesi ha portato queste parole all’attenzione di Fedez che ha risposto via storie su Instagram.

In realtà il discorso di Tiziano Ferro era generico: nelle intenzioni dell’artista non c’era esplicitamente quella di accusare il rapper di omofobia né di bullismo quanto piuttosto quella di riflettere ad alta voce sulle diverse forme di discriminazione che arrivano anche attraverso le canzoni. Tiziano Ferro è uno di quegli artisti che più volte è stato chiamato in causa nei pezzi di altri cantanti. Ricordiamo a titolo esemplificativo quel “Dovresti dimagrire un po’ come Tiziano Ferro” ne Il Danno degli 0131; ricordiamo poi quel “Mi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing, ora so che ha mangiato più würstel che crauti, si era presentato in modo strano con Cristicchi “Ciao sono Tiziano, non è che me lo ficchi?”” in Tutto Il Contrario di Fedez e ancora “Tiziano Ferro si è comprato l’attico di fianco a Fedez con i soldi risparmiati a cena con il fisco inglese, io che se apro un conto a Tokyo parte la caccia alle streghe” in Comunisti Col Rolex di Fedez e J-Ax.

Sarà che a Tiziano Ferro avrà dato un po’ fastidio essere sempre al centro di discussioni continue, proprio lui che è una persona riservata. Lui che non cita mai altri artisti nei suoi brani e che non li coinvolge se non per duetti e featuring si trova ad essere citato e sbeffeggiato in barre rap.
La presa in giro è un atto di bullismo, una manifestazione di odio. Tiziano Ferro ha semplicemente ricordato l’importanza delle parole: “Le parole sono importanti. Bisogna imparare a dire le cose, esistono forme e tempi”. Le parole feriscono, anche quelle contenute nei testi delle canzoni.

Al di là delle citazioni nelle canzoni dei colleghi, Tiziano Ferro è stato più volte oggetto di critiche anche da parte del pubblico del web. La riflessione dell’artista quindi era molto più ampia seppur con qualche velato riferimento al testo scritto 10 anni fa da Fedez, lasciando solo intuire che anche questo facesse parte dell’elenco sconsiderato di momenti d’odio da evitare.

La risposta di Fedez a Tiziano Ferro:

“Prendo per vero quello che ho letto e non do per scontato che quello che ho letto potrebbe non essere vero visto quello che si trova online. Sembrerebbe che in una conferenza stampa Tiziano Ferro mi abbia accusato di omofobia e bullismo facendo riferimento ad un testo che io ho scritto esattamente una decina di anni fa. Mi stupisce un pochino il tempismo di questa dichiarazione nel senso che questa canzone e questo testo hanno dieci anni, l’ho scritta che avevo 19, 20 anni quando l’ho scritta non avevo una casa discografica, non avevo un pubblico, mettevo le mie canzoni online e poi è diventata una delle canzoni che mi ha lanciato ed è diventata la mia prima canzone famosa in termini underground non mainstream. Mi fa strano rendere conto di una cosa che ho scritto dieci anni fa perché a 19, 20 anni si è delle persone completamente diverse e ci si esprime anche in termini e toni completamente diversi. Io però nella canzone, Tutto il contrario, inizio la canzone dicendo: “Vi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing?” proprio per dire che a me delle preferenze sessuali, la sessualità di un’artista è accessoria al giudizio che do all’artista. Ovviamente poi lo condisco con la scrittura dissacrante che un diciannovenne ha ma penso negli anni di aver dimostrato che io e l’omofobia viaggiamo in parallelo: non ci incontriamo mai. Con Mika a X Factor negli anni abbiamo fatto un sacco di cose contro il bullismo, e l’omofobia e io personalmente, quindi non riesco a capire il perché di questa polemica oggi e adesso”.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.