HBO presenta Avenue 5, la nuova serie con Hugh Laurie dal creatore di VEEP (trailer)

La firma di Armando Iannucci promette uno sguardo pungente alla società di oggi, nonostante la serie sia ambientata in un futuro lontano quarant'anni

1
CONDIVISIONI

Ci avevano promesso una space comedy, ma è chiaramente qualcosa di più e di meglio. Parliamo di Avenue 5, la nuova avventura televisiva di Armando Iannucci, creatore di The Thick of It e del suo strepitoso adattamento a stelle e strisce, VEEP, affidato a David Mandel dopo alcune stagioni. Avenue 5 era già stata annunciata ad agosto 2018 come una commedia spaziale ambientata in un futuro lontano quarant’anni, fra i confini del sistema solare e non più del semplice pianeta Terra. La novità è la data d’uscita ufficiale su HBO, prevista per il 5 gennaio 2020.

Il protagonista di Avenue 5 sarà Hugh Laurie, capitano di una lussuosa navicella spaziale, inquadrato nel trailer nell’atto di gestire esilaranti e assurdi imprevisti di bordo. I suoi passeggeri, infatti, sono privilegiati vacanzieri alla scoperta del sistema solare, le cui vite finiscono improvvisamente in pericolo. Al fianco di Hugh Laurie fra gli interpreti del cast anche Josh Gad (Frozen), Zach Woods (Silicon Valley), Nikki Amuka-Bird (NW), Rebecca Front (The Thick of It), Lenora Crichlow, Suzy Nakamura (The West Wing), Himesh Patel (Yesterday) ed Ethan Phillips.

Secondo le indicazioni del sito ufficiale HBO, il nome del personaggio di Hugh Laurie è Ryan Clark, capitano sicuro di sé, amabile, amichevole e controllato: un uomo perfettamente in grado di gestire una crisi.

Josh Gad è Herman Judd, miliardario e proprietario della Avenue 5 e di tutta una serie di hotel e centri benessere, nonché magnate del turismo spaziale. La sua ricchezza è frutto del buon andamento di una catena di resort di lusso, dal quale l’uomo trae la convinzione di essere capace di gestire qualsiasi avventura imprenditoriale.

Zach Woods è Mark Spencer, responsabile dei rapporti con la clientela sulla Avenue 5, un brav’uomo alla disperata ricerca di una promozione che possa farlo lavorare sulla Terra.

Nikki Amuka-Bird interpreta invece Rav Mulcair, a capo della Judd Mission Control, una donna estremamente intelligente e intensa, ma piuttosto strana e frustrata. Il suo grande rimpianto è aver spedito i suoi due migliori amici sullo spazio perché provassero a ricucire il proprio matrimonio.

Rebecca Front è Karen Kelly, ospite irregolare della Avenue 5 e leader nata, capace di imporsi come la voce di tutti i passeggeri nei rapporti con il capitano.

Lenora Crichlow è il volto di Billie McEvoy, ingegnere giovane, intelligente, determinata, ma sopraffatta dalle responsabilità e dalla paura di morire nello spazio.

Suzy Nakamura è Iris Kimura, braccio destro di Judd, donna quadrata, intelligente e seria, una fixer in piena regola col compito di prevenire qualsiasi disastro a bordo della Avenue 5.

Per concludere, Ethan Phillips è Spike Martin, ex astronauta, amante dello spazio, delle donne e dell’alcol. Prova spesso a far leva sul suo passato, vantandosi di essere il primo canadese ad aver raggiunto Marte, ma deve arrendersi all’idea che quasi nessuno ricordi chi sia.

Avenue 5 non sarà una serie fantascientifica come tante. Sarà incentrata sul fenomeno del turismo spaziale […] e non si vedranno auto volanti o cose del genere. Al contrario osserverà cosa succede quando un folto gruppo di persone si vede costretto ad andare d’accordo nello spazio, ha svelato il creatore in un’intervista a NME. E considerata la forte impronta satirica di qualsiasi produzione firmata Armando Iannucci, si può immaginare come questo espediente punti in realtà a esaminare la società e le sue storture con precisione chirurgica.

Motivazioni simili a quelle alla base di VEEP, attenta a smascherare la vera anima della politica attraverso l’assurda lente di un mockumentary, ma con un’ambientazione diversa. Perché lo spazio, perché il futuro, quindi? Se guardo al presente sento svanire il mio senso dell’umorismo, quindi vado alla ricerca di storie da altri periodi per far vedere come vi si rifletta il presente.

Il pensiero potrebbe andare a Black Mirror, ma per Iannucci l’influenza della serie di Charlie Brooker è limitata. Mi piace molto, ha ammesso, ma quando la guardo cerco di rimanere razionale perché non voglio esserne influenzato, neppure in modo subliminale. È comunque una serie davvero ben fatta. E lo stesso vale per tutto ciò che riguarda Star Trek. Ne ho visto uno, di recente. Una storia davvero fantastica, recitata e girata alla grande. Cerco di guardarne uno ogni pochi mesi così per non deprimermi troppo all’idea di quanto sia eccezionale.

Avenue 5 debutterà su HBO il 5 gennaio 2020, mentre la messa in onda europea dovrebbe essere affidata a Sky Atlantic. Ecco il primo teaser trailer della serie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.