Le Regole del Delitto Perfetto 6 è in preda al caos, il punto in vista del finale di metà stagione

L'ultimo episodio prima della pausa potrebbe rispondere alla domanda posta a inizio stagione, ma solo per lasciar spazio a nuovi quesiti sul futuro di Annalise e i suoi studenti

Fin dagli esordi la serie di Peter Nowalk ha dimostrato l’invidiabile capacità di partire con il piede giusto, innervando ad arte fitte reti di segreti, misteri, motivazioni oscure, e alimentando il pubblico con la stessa paranoia che corrode i suoi personaggi nel profondo. Allo stesso modo Le Regole del Delitto Perfetto 6 ha aperto un nuovo ciclo di episodi muovendosi fra il passato e il presente e, in più, prospettando un tragico destino per la sua protagonista.

Attenzione, spoiler!

Ancor più che nelle scorse stagioni, ne Le Regole del Delitto Perfetto 6 la psiche dei personaggi è messa a dura a prova. Se però per Connor, Oliver, Asher e Michaela la tensione psicologica sembra rimbalzare fra le mura domestiche o gli uffici della Caplan & Gold, col passare degli episodi gli animi si scaldano per Bonnie, Frank, Tegan e Nate. Per non parlare di Annalise, le cui difese mentali crollano sotto il peso di anni di menzogne, traumi e dipendenze, e la cui frustrazione si fa lacerante nell’interpretazione gloriosa di Viola Davis.

Anche in questa stagione sono due i filoni a muovere la narrazione, e sono gli stessi dai quali si giungerà infine alla resa dei conti. Da un lato continua ad aleggiare il fantasma di Laurel, scomparsa col piccolo Christopher senza lasciare traccia. Dall’altro resiste l’eterna saga giudiziaria di Nate, alla ricerca del vero responsabile della morte del padre. Ad accomunare le due vicende restano i Castillo, e in particolare Xavier, del quale sembra ormai Annalise l’unica ad aver paura.

Su questo asse Le Regole del Delitto Perfetto 6 costruisce il proprio percorso verso il finale di metà stagione. L’ipotesi è che l’ultimo episodio prima della pausa invernale possa rispondere alla domanda: #WhoKilledAnnalise? E per quanto l’insicurezza crescente della donna e le chiamate a Solomon Vick avessero suggerito chiaramente l’ipotesi della fuga, è nell’ottavo episodio che la visuale si rischiara. Che si tratti di un flashforward o dell’ennesimo tentativo di depistaggio, l’esame finale inscenato da Annalise in I Want To Be Free sembra infatti lanciare un segnale sui suoi piani futuri. La Biancaneve del caso proposto dalla professoressa ai suoi studenti potrebbe in effetti inscenare la sua stessa morte, come suggerito da Asher in classe.

Il finale di metà stagione de Le Regole del Delitto Perfetto 6 deve quindi rispondere alla domanda, ma conoscendo i trascorsi della serie è più che probabile che rilanci con nuovi interrogativi. Il prossimo episodio deve poi gesitre l’impatto emotivo e le conseguenze concrete della rivelazione sulla non responsabilità di Ron Miller nella morte di Nate Sr. Il più grande colpo di scena di questa prima metà di stagione viene relegato agli ultimi istanti del settimo episodio e il suo effetto dirompente su una Bonnie già malconcia resta quasi del tutto inesplorato. Così come non si ha modo di capire se Nate sia finalmente consapevole o meno delle conseguenze di questa nuova verità per sé e il suo caso. La bomba è stata lanciata, insomma, ma i danni dello scoppio sono lasciati nell’ombra almeno fino alla prossima settimana.

Quale sarà la reazione di Bonnie nei confronti di Frank e Annalise? Verrà alla luce il vero ruolo di Nate? Come reagiranno la governatrice e Xavier Castillo alle ultime evoluzioni del processo? Annalise riuscirà a inscenare la propria morte o nella bara ci finirà davvero? A queste e altre domande dovrà rispondere il finale di metà stagione, in onda il 21 novembre su ABC. La sesta stagione de Le Regole del Delitto Perfetto in versione doppiata partirà invece il 27 novembre alle 21:50 su Fox e sarà disponibile in streaming su NOW TV.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.