Elmas rompe il silenzio stampa. La battaglia continua. Ancelotti sempre più nei guai

Sempre più alta la tensione in casa Napoli. Elmas viola l'ordine del club. La società lo bacchetta pubblicamente. Sarà molto complicato per Ancelotti rimetter pace nello spogliatoio alla vigilia di due match difficilissimi contro Milan e Liverpool

97
CONDIVISIONI
Il calciatore del Napoli Elmas ha violato il silenzio stampa

Dovevano esser due trasferte gradevoli quelle di San Siro ed Anfield Road. Sono diventate dannatamente complicate. Ed anche Elmas contribuisce ad aumentare la tensione violando il silenzio stampa.

Il Milan è tra le peggiori squadre del torneo. Nonostante il cambio di guida tecnica i rossoneri annaspano nelle retrovie. Ma la dignitosa prestazione contro la Juve ha ridato fiato alle speranze rossonere contro Elmas e compagni.

Contro il Liverpool, secondo il pronostico ed i valori, avrebbe dovuto esserci in palio soltanto il primo/secondo posto. Invece i due pareggi contro Salisburgo e Genk hanno complicato la vita degli azzurri.

Il quarto posto in campionato è lontano, persino più del passaggio agli Ottavi di Champions. La tensione è alle stelle. Ed Elmas ha riacceso la scintilla violando il silenzio stampa imposto dopo l’ammutinamento post Salisburgo. La società coram populo ha annunciato ulteriori sanzioni, vedremo poi quanto fondate in virtù che Elmas ha parlato mentre era sotto le insegne della nazionale macedone.

Il comportamento di Elmas, non certo tra i calciatori più importanti del roster, e la secca replica pubblica del club confermano che nessuno dei problemi è stato risolto. E d’altra parte senza decisioni ed interventi decisivi come avrebbe potuto sbrogliarsi questa matassa aggrovigliatissima.

Il conto alla rovescia per il rientro alla base è cominciato. Castelvolturno ridiventa l’epicentro di una vicenda sportiva ed umana davvero complessa e dagli esiti imprevedibili

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.