Cast e personaggi di Narcos, l’incredibile storia di Pablo Escobar in chiaro su Rai4 dal 16 novembre

La prima stagione della serie Netflix debutta in chiaro su Rai4: ecco cast e personaggi di Narcos, la storia del cartello di Medellin

66
CONDIVISIONI

Cast e personaggi di Narcos sbarcano su Rai4: la saga del narcotraffico di Netflix approda in prima visione in chiaro, dal 16 novembre, ogni sabato in prima serata con due episodi, a partire dalla prima stagione.

Tra le più acclamate produzioni Netflix, apparsa sulla piattaforma per la prima volta nel 2015, tra ricostruzione storica e finzione Narcos propone l’avvincente storia della nascita e della caduta del cartello di Medellin, guidato dall’eccentrico e temibile Pablo Escobar, ragazzotto dall’inclinazione criminale fuori dal comune che inizia a scalare posizioni nel mercato della droga trafficando erba, per poi installare veri e propri laboratori di produzione di cocaina nelle foreste dell’Antioquia. Con un ricorso sistematico alla violenza e alla corruzione, l’imposizione della sua volontà con minacce di morte (soldi o piombo è il suo motto) e un’ossessione perenne per il consenso popolare che lo porta perfino a farsi eleggere al Parlamento, Escobar si trasforma nel maggior narcotrafficante degli anni Ottanta e nel burattinaio capace di cambiare i destini del suo Paese tenendo sotto scacco governi e forze di sicurezza.

Il brasiliano Wagner Moura, che ha imparato lo spagnolo solo pochi mesi prima di calarsi nella parte, interpreta l’ingombrante protagonista Pablo Escobar: per quel ruolo è ingrassato di circa 20 chili, che ha poi perso dopo aver svestito i panni del boss del narcotraffico al termine della seconda stagione.

WAGNER MOURA in NARCOS

Boyd Holbrook e Pedro Pascal sono rispettivamente Steve Murphy e Javier Pena, due coraggiosi agenti della DEA, l’agenzia antidroga statunitense, chiamati a smantellare il cartello di Medellin ed assicurare Escobar alla giustizia, preferibilmente mediante estradizione negli Stati Uniti (il rischio più temuto dai narcos colombiani): il primo si trasferisce in Colombia dalla California, insieme alla compagna Connie Murphy (Joanna Christie), il secondo è già operativo a Medellin e conosce bene non solo lo spagnolo, ma anche i meccanismi con cui Escobar comanda sul territorio. Sono uomini in prima linea nella caccia all’uomo che è una lotta sfiancante perché impari, visto che Escobar ha sodali ovunque: le loro indagini li costringono più volte a mediare tra la CIA e le istituzioni colombiane, dal governo all’esercito, tutte percorse a vari livelli da fenomeni di corruzione. Dalla loro parte c’è Horacio Carrillo (Maurice Compte), incorruttibile capo della polizia colombiana, figura ispirata a quella realmente esistita del colonnello Hugo Martinez.

(L-R) PEDRO PASCAL e BOYD HOLBROOK in NARCOS

Tra cast e personaggi di Narcos Juan Pablo Raba interpreta Gustavo, il cugino di Pablo Escobar nonché suo socio in affari, considerato un fratello. André Mattos è Jorge Ochoa, altro socio nel traffico di droga sin dagli albori della costruzione del cartello. Gli scagnozzi più fedeli a Escobar sono Juan Diego “La Quica” Diaz, interpretato da Diego Cataño, e Roberto “Poison” Ramos, interpretato da Jorge A. Jiménez.

Ci sono poi gli interpreti dei colletti bianchi: Manolo Cardona è Eduardo Sandoval, fidato collaboratore del futuro presidente colombiano César Gaviria, interpretato da Raúl Méndez, e Fernando Duque, politico corrotto che fa da informatore per Escobar, interpretato da Bruno Bichir.

Ruoli importanti nella storia di Escobar hanno anche le donne, come dimostrano cast e personaggi di Narcos: la fedele moglie del boss e madre dei suoi figli, Tata, è interpretata da Paulina Gaitan, la cilena Paulina Garcia interpreta invece la madre del protagonista, Hermilda Gaviria, mentre Stephanie Sigman è Valeria, la giornalista che contribuisce a costruire l’immagine pubblica di Escobar seguendone le gesta.

La regia dei primi due episodi è firmata dal brasiliano José Padilha, già autore del dittico sulle favelas e gli squadroni della morte Tropa de Elite (con protagonista lo stesso Wagner Moura) e del remake americano di Robocob. Padilha è anche produttore esecutivo della serie, insieme al creatore Chris Brancato.

Il primo appuntamento con Narcos su Rai4 è seguito, in seconda serata, da uno Speciale Wonderland Narcos, interamente dedicato alla serie con interviste che approfindiscono la figura di Escobar: intervengono infatti Chris Brancato, ideatore della serie con Carlo Bernard e Doug Miro, Guido Piccoli, biografo di Escobar ed esperto di storia della Colombia, e Giuseppe Palumbo, disegnatore, su soggetto dello stesso Piccoli, del graphic novel Escobar: El Patron.

Narcos inizia dalla storia di Escobar, ma in realtà è un’operazione molto più ambiziosa, che ha saputo adattarsi ad altri personaggi di calibro criminale differente e certamente meno affascinanti del narcoterrorista che ha fatto guadagnare alla Colombia l’infamante etichetta di narcostato. Figura già trattata dalla letteratura e dal cinema con numerose opere, quella di Escobar occupa le prime due stagioni di Narcos, ma la serie ha dimostrato di sapersi trasformare in una vera antologia del racconto della guerra ai narcos a prescindere dal suo primo protagonista. La terza stagione racconta la lotta ai concorrenti di Escobar, i fratelli Rodriguez Orejuela del cartello di Cali che appaiono già nelle prime due, mentre il prequel Narcos: Mexico torna indietro agli anni Settanta per raccontare l’ascesa del cartello di Guadalajara.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.