Google Stadia: come si comprano i giochi in streaming? Big G fa chiarezza

Per creare un account Stadia e comprare i giochi sullo store non sarà necessaria la carta di credito. Ecco tutti i metodi di pagamento accettati da Google per la sua piattaforma dedicata al game streaming

Solo pochi giorni separano Google Stadia dal suo grande debutto. La piattaforma dedicata al game streaming creata dal colosso delle ricerche online sarà infatti disponibile dal prossimo 19 novembre per tutti gli acquirenti della Founder’s Edition e Premiere Edition – proposte a 129 euro -, permettendo di giocare su quasi tutti i dispositivi dotati di un schermo in alta definizione e di una connessione di rete. Sfruttando così le bellezze avveniristiche della tecnologia Cloud. L’obiettivo di Big G è quindi cristallino: liberarsi quasi del tutto del supporto fisico tipico delle console per permetterci di “nerdare” un po’ ovunque, in modo snello e veloce – requisiti tecnici permettendo. Non solo, l’integrazione con YouTube dovrebbe poi favorire l’interazione tra i creatori di contenuti e i semplici appassionati.

Dopo aver spiegato il funzionamento del suo progetto e messo nero su bianco quali saranno i videogame presenti nella line-up di lancio – così come quelli in uscita nel corso del prossimo anno assieme all’abbonamento Stadia Base -, Google va ora a fare chiarezza sui metodi di pagamento accettati per acquistare specifici titoli di Stadia. Che, per la gioia dell’utenza, includono modalità diverse oltre alla classica carta di credito. Le informazioni arrivano da un recente AMA avvenuto su Reddit con Andrey Doronichev, riportato poi su Twitter. Un AMA che ha messo nero su banco la possibilità di acquistare i videogame singoli anche sfruttando le carte prepagate, le gift card e i crediti del Play Store, esattamente come accade già sul negozio mobile del colosso di Mountain View.

Di conseguenza, la carta di credito non sarà strettamente necessaria per creare un account Google Stadia e per fare acquisti, potendo come già detto usare le apposite tessere prepagate. Una politica, questa, sposata da tempo anche dai competitor, come Nintendo, Sony con PlayStation e Microsoft con la famiglia di device Xbox. Non solo, lo stesso Doronichev ha poi sottolineato che nella fase iniziale lo smartphone sarà indispensabile per acquistare i giochi su Google Stadia, avvalendosi dell’apposita app su dispositivi iOS e Android.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.