6 o 9 mesi per decidere su Harmony OS, Huawei ha perso un fiore all’occhiello

Grandi decisioni devono essere prese in casa Huawei, Trump permettendo naturalmente

6
CONDIVISIONI
Harmony OS

Si torna a parlare di Harmony Os, il sistema operativo Huawei e ancora una volta solo degli esponenti del brand cinesi a chiarire quali siano le intenzioni in merito alla creatura software fatta in casa. Sullo sviluppo complesso di tutto il progetto pesa tantissimo il ban degli USA che ha impedito l’utilizzo dei Google Services e del Play Store su nuovi device a marchio dell’azienda. Ecco dunque cosa potrebbe succedere nei prossimi mesi.

Vincent Pang, vicepresidente senior di Huawei in una dichiarazione rilasciata a Business Insider, ha chiarito che entro 6 mesi o al massimo 9 il produttore prenderà una decisione definitiva su Harmony OS. In pratica in questo lasso di tempo abbastanza ristretto,si deciderà o meno se portare la nuova esperienza software a bordo dei telefoni, in sostituzione totale di quella Android.

Pang non può fare a meno di ammettere come Huawei abbia perso i benefici di un fiore all’occhiello come tutta la serie Huawei Mate 30 in questo 2019. Nonostante il lancio dei device con Android open source ma in effetti senza i servizi Google, il device continua a non essere commercializzato in paesi strategici come l’Italia e comunque viene percepito come un’acquisto “azzardato” nonostante la ottima scheda tecnica, soprattutto della versione Pro.

Il ban Huawei da parte degli Stati Uniti potrebbe essere riconfermato e a quel punto non c’è alcun dubbio sul fatto che l’azienda punterà tutto sul suo sistema operativo personale. Al contrario, si potrebbe assistere ad una decisione clamorosa di Trump che renda di nuovo possibile la partnership proprio tra Huawei e Google. In quest’ultimo caso, è chiaro che il produttore cinese punterà tutto sul sistema operativo Android pure accantonando in toto o solo in parte il suo progetto software. La solidità della soluzione di Big G insieme al complesso ecosistema di app e servizi che lo caratterizzano, pure di terze parti, è impareggiabile.

Sembra proprio che tutto si dovrà concretizzare entro il prossimo mese di agosto o comunque entro la fine dell’estate: per Harmony OS il tempo sarà rivelatore, è proprio il caso di dirlo.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.