Grave falla per la sicurezza di smartphone Android: elenco Huawei, Samsung Galaxy ed LG colpiti

Una nuova lista da esaminare con grande attenzione, stando a quanto abbiamo raccolto il 12 novembre sulla vulnerabilità rivelata

12
CONDIVISIONI

Prende piede in queste ore uno studio che evidenzia una nuova falla per la sicurezza piuttosto grave per quanto riguarda gli smartphone Huawei, Samsung Galaxy ed LG colpiti. Dopo aver trattato nella giornata di ieri un elenco di applicazioni che potrebbero darci non pochi problemi in termini di sicurezza, dunque, tocca dunque analizzare un’altra questione che non può essere in alcun modo sottovalutata. Importante dunque concentrarsi oggi 12 novembre sullo studio riportato anche da TechCrunch.

I dettagli sugli smartphone Android coinvolti

Per analizzare bene i problemi potenziali per gli smartphone Android coinvolti, è necessario in primo luogo prendere in esame lo studio originale. Qui emerge ad esempio che il bug prevede un potenziale accesso diretto allo smartphone colpito, o in alternativa la possibilità di sfruttare un accessorio Bluetooth a sua volta vulnerabile. In questo modo, i malintenzionati potrebbero ottenere informazioni per noi delicate, come i codici IMEI e IMSI, senza dimenticare la possibilità di intercettare le chiamate o reindirizzare telefonate. Oltre ovviamente al controllo del traffico internet.

Lecito a questo punto provare a capire quali siano gli smartphone Android colpiti. Solo scavando nei meandri dello studio in questione è possibile ottenere informazioni extra sotto questo punto di vista. Emerge ad esempio che sono coinvolti modelli come i vari Samsung Note 2, HTC Desire 10, Motorola Nexus 6, Huawei Nexus 6P, Samsung Galaxy S8 Plus Huawei P8 Lite ALE-L21, LG Nexus 5, LG G3, Samsung Galaxy S3 e Pixel 2. Altrettanto importante esaminare anche i riscontri da parte dei singoli produttori.

Per i Pixel, ad esempio, Google ha confermato di aver già risolto tutto, mentre per i Samsung Galaxy riceveremo segnali importanti in merito tramite la prossima patch. Nessun commento, invece, da LG e Huawei. Continueremo a monitorare la vicenda nel corso delle prossime settimane, sperando di saperne di più.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.