Zombi in Call of Duty Mobile? La modalità più amata in uscita anche su smartphone

I famelici non morti di Activision sono pronti a mordere anche gli schermi touch di smartphone e tablet

1
CONDIVISIONI

Disponibile da qualche tempo sul mercato, Call of Duty Mobile si è rivelata una delle sorprese più apprezzate dell’anno da tutti quei videogiocatori che si dilettano anche con il gaming su dispositivi mobile, che siano iOS o Android. Mentre su PC, PlayStation 4 e Xbox One impazza la guerra contemporanea di Call of Duty Modern Warfarequi per recuperare un’anteprima in video della Campagna -, Activision pensa insomma anche alle esperienze da vivere su schermo touch, ovunque ci si trovi, senza però rinunciare a tutti quegli elementi che hanno reso grande – e vendutissima! – la sua saga di sparatutto in prima persona sulle piattaforme casalinghe.

Gratuito da App Store e Google Play, Call of Duty Mobile ha insomma stupito tutti, anche i più scettici. Ed è allora naturale che il team di sviluppo voglia continuare a supportare a dovere il suo progetto, rilasciando patch e aggiornamenti che possano migliorarne gli aspetti già esistenti o, ancora meglio, introdurre feature mai viste prima o modalità non presenti con la prima release. Da Reddit, non a caso, arriva un messaggio diretto dalla compagnia a stelle e strisce, che va proprio ad informare la community sullo stato di sviluppo dei prossimi contenuti previsti nel gioco.

Tra questi, come potete verificare anche voi fiondandovi a questo link, viene citata anche la Modalità Zombi, quella che senza paura di esagerare è la più amata dai veterani di CoD. Oltre a nuovi eventi, punti esperienza doppi e nuove mappe, Call of Duty Mobile andrà quindi ad aprire le sue porte ai famelici non morti, che già ci hanno intrattenuto per anni su personal computer e console. Per il momento non è stata ancora fissata una data di uscita, e neppure sappiamo se la modalità sarà a tempo oppure permanente come accade per la Battle Royale e per le altre opzioni nel multiplayer più classico. Quel che è certo, è che nell’arco di poche settimane i dettagli saranno assai più consistenti, come è stato contemporaneamente confermato il ritorno del supporto al pad, per la gioia di quanti non apprezzano i comandi touch.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.