Il nuovo teaser di Westworld 3 apre alla distopia pura col dominio assoluto dei dati

Westworld presenta la Incite, Inc. e suscita nuove inquietudini con l'idea di una tecnologia che risolva i problemi del mondo a partire dai dati di ogni individuo

9
CONDIVISIONI

I precedenti teaser di Westworld 3 avevano aperto le porte a una stagione del tutto diversa dalle precedenti. Nuovi e poderosi innesti al cast, nuove ambientazioni e soprattutto nuovi approcci a una narrazione che nella scorsa stagione aveva causato più di un mal di testa. Il nuovo teaser di Westworld 3 prosegue oltre questo ideale spartiacque presentandosi come un spot della Incite, compagnia hi-tech che promette di risolvere i problemi irrisolvibili di un modo complicato e caotico sfruttando i dati in modo nuovo.

La differenza rispetto al passato, alle pratiche dei concorrenti – Delos? – e al modo di fare le cose traspare dalle parole di Liam Dempsey Sr., il personaggio interpretato da Jefferson Mays e presentato nel teaser di Westworld 3 come il co-fondatore di Incite. Non siamo il vaporware della Silicon Valley. Sfruttiamo tecnologie informatiche senza precedenti, in grado di analizzare i dati relativi ai problemi più irrisolvibili della vita. Come nelle più plastiche rappresentazioni delle realtà aziendali, il primo sguardo a Incite mostra i buoni frutti di un lavoro che assicura carriere soddisfacenti, la risoluzione della crisi climatica, la felicità. A fare la differenza diventa il potere dei dati e di una tecnologia che ha tutto il sapore di una realtà distopica, la quale si esprime nell’occhio robotico che chiude lo spot.

Questo nuovo teaser di Westworld 3 è stato presentato da HBO nel corso di un panel di Wired e intitolato The Future of Data: The Promise and Peril. La Incite, Inc. del video è lo stesso, fittizio colosso dell’hi-tech ad aver sponsorizzato l’evento reale. E che si presenta anche online su un omonimo sito aziendale la cui headline recita: Se i dati sono il destino, sei tu a tracciarne il percorso. Le uniche informazioni presenti riguardano la mission dell’azienda:

Il mondo può apparire caotico: grossi problemi, nessuna soluzione, nessuno che indichi la via. Le questioni globali possono sembrare così complesse da rendere impossibile una qualunque risposta. Noi di Incite vogliamo lasciarci alle spalle l'”impossibile”. Il caos è soltanto uno schema che attende di essere svelato. Tu puoi aiutarci a tracciare un futuro migliore. Grazie al nostro rivoluzionario motore strategico siamo in grado di calcolare soluzioni sofisticate per grandi e piccoli problemi, dal cambiamento climatico alla crescita professionale. Sentiamo di avere la responsabilità personale di migliorare il mondo, a partire da noi. In Incite i tuoi dati non lavorano per noi: siamo noi a lavorare per te.

Il fatto che sia possibile iscriversi per ricevere aggiornamenti via email suggerisce che nei prossimi mesi possano essere pubblicati nuovi video o materiali relativi all’attività della Incite. Lo spot teaser di Westworld 3, intanto, lascia spazio a nuove domande. I riferimenti al caos come schema potrebbero rimandare al labirinto della prima stagione, oppure più semplicemente al disastro causato all’interno del parco dalla ribellione degli host. Se questo fosse vero la Incite potrebbe posizionarsi come un nuovo e ancor più distopico concorrente della Delos, soprattutto perché l’occhio osservato in chiusura del teaser suggerisce un inquietante connubio fra dati personali e intelligenza artificiale.

Di qualsiasi cosa si tratti, dovrà mantenere le promesse degli showrunner Lisa Joy e Jonathan Nolan, secondo cui la terza stagione di Westworld sarà meno criptica e più incentrata sulle esperienze degli host, finalmente faccia a faccia con gli artefici della loro creazione. Amo le serie che trovano un ritmo e lo mantengono per 100 episodi, ha commentato Nolan in una recente intervista all’Entertainment Weekly, ma Westworld non si è mai retta su questo principio. Abbiamo sempre voluto che ogni stagione vedesse i protagonisti in circostanze diverse. E con un cast dal talento così smisurato, osservare le metamorfosi di ciascuno di questi personaggi è un vero piacere.

Questo nuovo teaser di Westworld 3 è in linea con quanto lo stesso Nolan ha lasciato intendere al momento della pubblicazione del trailer precedente. Quando abbiamo iniziato Westworld era distopia pura. Adesso, a distanza di tre stagioni, ciò di cui parliamo sembra quasi la migliore opzione possibile. La forma di intelligenza artificiale che abbiamo nella serie è premurosa. Omicida, ma premurosa. Penso che siamo a un passo dal mondo della stupidità artificiale.

Gli indizi offerti dal nuovo teaser di Westworld 3 vanno dunque assemblati alle informazioni già raccolte nei trailer precedenti. Nel primo un enigmatico Aaron Paul ammette: a volte sembra che nel mondo vada tutto bene, come se qualcuno gli abbia dato una mano di pittura. Ma dentro sta marcendo. Dicevano che avrebbero reso il mondo un posto migliore, che avrebbero smussato gli angoli. Ma era una bugia. A quanto pare gli angoli sono l’unica cosa a cui mi aggrappo. […] Se devo davvero andare avanti con la mia vita non mi resta che tovare qualcosa – qualcuno – di reale.

Nel secondo trailer, invece, è la voce di Dolores ad accompagnare le immagini. Tutti noi abbiamo un ruolo da interpretare. In questo mondo ci sono delle macchine, ma non sono come noi. Tu e io non abbiamo una madre o un padre. Siamo soli. In minoranza. Dobbiamo essere più intelligenti di loro, o ci troveranno e ci uccideranno. Sveleremo questo mondo per ciò che è. Solo dopo si sente Bernard riflettere sul suo nuovo scopo. Ford ha creato ciascuno di noi per una ragione, compresa Dolores. Sono tornato per cercare qualcuno che mi aiuti, che sia abbastanza forte da fermarla se le cose dovessero precipitare. Maeve, infine, sembra indossare i panni di una host nazista.

Westworld 3 dovrebbe debuttare su HBO – e probabilmente in contemporanea su Sky Atlantic e NOW TVnella prima metà del 2020, dunque c’è ancora tempo per continuare a raccogliere indizi. L’unica certezza, al momento, sembra essere il rovesciamento delle prospettive rispetto alle due stagioni precedenti, con nuovi ruoli e nuove battaglie per gli host nel mondo reale.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.