Destiny 2 pensa al crossplay, più che un’eventualità: quando potrebbe prendere vita?

Bungie potrebbe in breve tempo portare all'interno del proprio sparatutto la feature tanto richiesta dalla community

5
CONDIVISIONI

Il terzo anno di vita di Destiny 2 è ormai cominciato da un mese abbondante, con la nuova espansione, Ombre dal Profondo, che ha fatto capolino sul mercato digitale agli albori dello scorso mese di ottobre. È un Destiny 2 in cerca di rivalsa quello che in questi frangenti si sta imponendo all’attenzione dei fan, dopo l’abbandono di Activision da parte dei ragazzi di Bungie, che possono in questo frangente contare solo sulle proprie forze.

Occhi quindi tutti puntati sul secondo capitolo del franchise e su quali saranno le prossime mosse che lo studio di sviluppo intraprenderà per far crescere la propria creatura, con l’esordio su Google Stadia, pronta a fare il suo ingresso in scena, che è ormai dietro l’angolo. Un esordio da non sottovalutare in alcun modo, vista la diffusione massiccia che Destiny 2 avrà in virtù del suo inserimento come titolo gratuito per tutti coloro che sottoscriveranno un abbonamento Pro.

Destiny 2 + DLC Esclusivo Amazon - PlayStation 4
  • Dai creatori dell'acclamato Destiny arriva l'atteso seguito: uno...
  • L'ultima città sicura sulla Terra è caduta sotto i colpi degli...

Destiny 2 e crossplay, un matrimonio che s’ha da fare

Non esclude in alcun modo Bungie di proiettarsi nell’immediato futuro su una feature a lungo richiesta dall’utenza, e che potrebbe dare nuovo slancio all’intera produzione in virtù della creazione di una community praticamente senza confini. Parliamo del crossplay, la possibilità di incrociare le canne dei propri fucili e delle proprie pistole con guardiani provenienti da tutte le diverse piattaforme per cui il gioco è disponibile. Un’eventualità che, sentendo i vertici dello stesso studio di sviluppo, è più attuale che mai.

Finora il principale scoglio all’implementazione di questa feature era Sony, che però parrebbe aver vinto le resistenze della sconfinata schiera di videogiocatori di tutto il mondo e ha finalmente permesso agli sviluppatori di creare un ambiente di gioco unico per tutti i propri utenti. Un lavoro che ha già preso vita all’interno di Call of Duty Modern Warfare e che quindi parrebbe pronto a essere replicato anche in Destiny 2.

Non sono ovviamente disponibili tempi di riferimento in merito al completamento della procedura, sebbene la voglia di Bungie di venire incontro ai propri fan sia ovviamente tanta. Possibile quindi che lo studio segua con attenzione il lancio del proprio pargoletto sulla nuova Google Stadia e poi si concentri a piene forze su questa nuova sfida che potrebbe portare risultati concreti già all’inizio del 2020.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.