Allerta uragano nel Mediteranno su Facebook ma il ciclone è fake

Ci troviamo al cospetto di una bufala creata ad arte in pieno periodo autunnale perché verosimile

8
CONDIVISIONI

Questa ci mancava, in pieno periodo autunnale. La notizia di un uragano nel Mediterraneo, un vero e proprio ciclone pronto ad investire la nostra Italia sta circolando su Facebook nelle ultime ore. Si tratta di un’allerta meteo che tutti si stanno preoccupando di condividere nelle ultime ore ma senza verificarne la reale attendibilità.

La fonte PS News mette in guardia tutti: il post social sull’urgano nel Mediterraneo altro non è se non una bufala vera e proprio che sta impazzando sulle bacheche di molti utenti preoccupati di avverse condizioni meteorologiche in arrivo nel nostro paese. Non c’è da negare che anche nella settimana appena partita le condizioni del tempo non saranno certo favorevoli ma nulla di quanto raccontato nella nota social è vicino alla realtà.

Al posto di un uragano nel Mediterraneo ci saranno delle condizioni ancora instabili favorite da una saccatura di origine atlantica poi in arrivo sul nord Africa. Ci sarà una depressione ulteriore nei prossimi giorni in risalita dalla Sicilia con piogge insistenti e venti ma nessuno scenario apocalittico raccontato nel messaggio virale. In quest’ultimo si parla pure di mareggiate distruttive sulle coste e di veri e propri alluvioni ma i meteorologi, quelli veri, non prevedono nulla di tutto questo.

Va chiarito, una volta e per tutte, che i messaggi virali condivisi su Facebook da forte incerta non possono essere in alcun modo confusi con le allerte reali della Protezione Civile. In Italia, solo quest’ultima può diramare i bollettini con gli avvisi di maltempo più o meno gravi associati ai colori arancione o rosso nel caso di reale pericolo per la popolazione (si tratta di quegli avvisi che spesso determinano, ad esempio, la chiusura delle scuole). Tutto quanto non proviene da questo canale va seriamente valutato con le pinze visto che, in molti casi non corrisponderà al vero.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.