Liam Gallagher per i senzatetto: “Donate un parka o un cappotto, vincete due biglietti”

L'offerta è valida per le prossime date nel Regno Unito: verrà estratto un vincitore per ogni serata

In una parentesi di pace tra le liti con il fratello Noel, l’impegno di Liam Gallagher per i senzatetto arriva come una boccata d’ossigeno. Nelle ultime ore, infatti, in un post pubblicato su Instagram l’ex Oasis ha invitato i fan a fare beneficenza:

A tutti quelli che possiedono un parka. Nessuno decide di diventare un senzatetto. Tuttavia 5000 persone nel Regno Unito dormono per strada in qualsiasi notte dell’anno. Vi chiediamo, per questo inverno, di aiutarli donando un cappotto o un parka. Per ringraziarvi per questa donazione vi diamo la possibilità di vincere due biglietti più un meet and greet con Liam, un vincitore per ogni data di novembre del tour nel Regno Unito.

A partire dall’11 novembre, infatti, Liam Gallagher partirà con un tour in Gran Bretagna per promuovere il suo nuovo disco, Why Me? Why Not, il secondo della sua carriera solista dopo l’esperienza con i Beady Eye, nati dopo lo scioglimento degli Oasis. Why Me? Why Not segue idealmente As You Were e completa il processo di evoluzione durante il quale il cantautore britannico ha creato una propria identità artistica che non fosse legata per natura al fratello Noel, con il quale è in costante conflitto.

Un conflitto che tuttavia non si esaurisce soltanto in casa Gallagher. Recentemente l’ex Oasis è stato punzecchiato anche da Robbie Williams, con il quale ha sempre avuto un legame fatto di alti e bassi. La rivalità tra i due frontman – erano i tempi degli Oasis e dei Take That – nacque negli anni ’90, e nonostante ciò non sono mancate le occasioni in cui Williams abbia tentato un canale di distensione con il burrascoso Liam.

Why Me? Why Not. (Deluxe Edt.+3 Tracks)
  • Why Me? Why Not
  • Liam Gallagher

Ultimamente, però, Williams è tornato all’attacco. Liam Gallagher, il 7 novembre, aveva twittato di essere in giro a cercare una padella per cucinare: “Un gran ca**o di pesce fritto”, e con quel messaggio ha servito su un piatto d’argento l’invito alla risposta provocatoria di Robbie. Quest’ultimo, infatti, gli ha risposto: Dato che ci sei comprati un paio di co***oni.

L’impegno degli artisti nella filantropia è un fenomeno sempre più diffuso. Oltre alle generose donazioni effettuate dai Metallica tramite la fondazione All Within My Hands – l’ultima per le ricostruzioni a seguito dei devastanti incendi in California – ricordiamo che i Greta Van Fleet avevano chiesto ai fan di portare del cibo in scatola ai loro concerti e di riporlo negli appositi contenitori della Gleaners Community Food Bank, che li avrebbe distribuiti tra i bisognosi.

Durante l’estate, inoltre, Tony Iommi dei Black Sabbath e Ian Gillan dei Deep Purple hanno ricevuto una medaglia come riconoscimento per aver aiutato il popolo armeno a seguito di un disastroso terremoto che colpì il Paese nel 1988.

Tra le ultime news dello scontro tra i fratelli Gallagher ricordiamo la battuta di Noel su Boris Johnson: il chitarrista e frontman degli High Flying Birds ha dichiarato durante un’intervista che il Primo Ministro inglese è più divertente di suo fratello Liam, che ancora non ha replicato.

Pur con l’ascia di guerra ancora tra le mani, il sentimento di Liam Gallagher per i senzatetto è il gesto di umanità di un artista che, come tanti suoi colleghi, vorrebbe contribuire a dare una speranza al mondo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.