Via alle iscrizioni alla beta EMUI 10 per Huawei Mate 10 Pro: alcune dritte importanti

Tutto quello che dobbiamo sapere per accedere consapevolmente ad un programma molto delicato per lo smartphone

5
CONDIVISIONI

Sono giorni importanti quelli che stiamo vivendo per uno smartphone ancora molto diffuso in Italia, vale a dire il cosiddetto Huawei Mate 10 Pro. Dopo avervi parlato tempo fa, sulle nostre pagine, dell’ultima patch messa a disposizione del produttore coreano, tocca affacciarsi finalmente verso il mondo EMUI 10 con alcune notizie concrete trapelate oggi 8 novembre. Il programma beta, infatti, è ormai al via, al punto che gli utenti italiani interessati a testare il pacchetto software possono iscriversi ufficialmente al servizio.

Secondo le segnalazioni che ho avuto modo di raccogliere in queste ore, più in particolare, le iscrizioni al suddetto programma dovrebbero essere aperte per gli stessi possessori di Huawei Mate 10 Pro. Occorrono però alcune precisazioni, partendo dal presupposto che con ogni probabilità non sarà possibile testare EMUI 10 nel caso in cui siate in possesso di uno smartphone brandizzato, almeno stando allo storico recente del produttore asiatico. Inoltre, sarà necessario attendere diversi mesi prima che l’aggiornamento sarà disponibile in versione definitiva, se teniamo in considerazione il fatto che si tratti sempre di un modello che ha visto la luce due anni fa.

Alcune raccomandazioni prima di testare EMUI 10 su Huawei Mate 10 Pro

Come sempre avviene in queste circostanze, è doveroso ricordare a tutti coloro che vogliono partecipare al programma beta per provare punti di forza e di debolezza dello stesso Huawei Mate 10 Pro con EMUI 10, che la questione è più delicata di quanto si pensi. La fase è cruciale, in quanto consentirà al produttore di ricevere segnalazioni in caso di malfunzionamenti, prima che l’aggiornamento in versione definitiva venga rilasciato sul mercato italiano e nel resto d’Europa.

Allo stesso tempo, però, è altrettanto importante che gli utenti siano consapevoli che scaricare un nuovo firmware in versione beta vuol dire installare una versione del pacchetto software non definitiva. Insomma, bisogna mettere in preventivo che con il vostro Huawei Mate 10 Pro si possa andare incontro a bug e problemi che possono essere di vario tipo, soprattutto per quanto riguarda compresi consumi anomali ed eccessivi di batteria. Con tutto quello che ne consegue dell’utilizzo quotidiano di uno smartphone che ci ha abituati ad importanti standard di performance.

Insomma, chi decide di seguire questa strada, deve prendere che sarà dedicato del tempo per provare le varie funzioni dello smartphone e del relativo pacchetto software di cui tanto si parla in questo periodo, segnalando tutto ciò che non funziona. In casi più estremi, si potrebbe arrivare al punto di dover ripristinare il device nel caso in cui le cose non dovessero bene. Ricapitolando, come affermato in diverse circostanze dallo stesso produttore all’interno delle community tematiche, non aderite nel caso in cui non abbiate voglia di smanettare. Con tester competenti, infatti, aumenteranno le probabilità di ricevere la versione definitiva performante.

Come iscriversi alla beta EMUI 10 per Huawei Mate 10 Pro

Nel caso in cui doveste essere interessati a provare la nuova beta EMUI 10 per Huawei Mate 10 Pro, è possibile sfruttare l’apposito link messo a disposizione dalla divisione italiana. Una volta completata la procedura, dovrete attendere qualche giorno prima che la stessa beta risulti disponibile al download direttamente dai server di Huawei. Avete già provato?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.