Fondamentale per Samsung Galaxy S9 l’aggiornamento di novembre: roll-out avviato

Si rigenerano i Samsung Galaxy S9 con la patch di sicurezza di novembre 2019, che chiude falle importanti

11
CONDIVISIONI

Si difendono ancora bene i Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, che stanno iniziando a ricevere la patch di sicurezza di novembre 2019, di cui vi abbiamo divulgato i dettagli relativi al bollettino ufficiale proprio stamattina in questo articolo dedicato. Dopo aver impattato i Samsung Galaxy S10 ed i Note 10, ecco arrivare il turno anche degli ex top di gamma del brand asiatico, che tengo perfettamente il passo nonostante l’avanzare dei mesi.

La Security Maintenance Release (SMR) datata novembre 2019 ha cominciato a fare capolino sui Samsung Galaxy S9 e S9 Plus, sebbene immaginiamo i più avrebbe preferito avere notizie sulla One UI 2.0 con Android 10, che pure arriverà per i suddetti modelli (ci vorrà sicuramente un po’ più di tempo, ma alla fine i risultati si faranno sentire). Il roll-out della patch di sicurezza di novembre 2019 è partito in Europa a bordo dei Samsung Galaxy S9 e S9 Plus attraverso il pacchetto G96*FXXS7CSJ3. Attenti comunque a non sottovalutare l’importanza delle patch di sicurezza, ed in particolare quella della patch di novembre 2019, chiamata a risolvere vulnerabilità che nel recente passato hanno interessato proprio questo dispositivo, oltre che il Note 9.

Ci sono stati, infatti, degli attacchi mirati, che l’azienda sudcoreana ha prontamente preso in carico e poi risolto con la patch di sicurezza di novembre 2019, che probabilmente per questo è stata rilasciata in buon anticipo per i Samsung Galaxy S9 e S9 Plus). Gli utenti italiani potrebbero non aver ancora ricevuto la notifica OTA di avvenuta disponibilità del pacchetto G96*FXXS7CSJ3: nel caso, provvedete voi stessi alla ricerca manuale del firmware attraverso il percorso ‘Impostazioni > Info sul telefono > Aggiornamento software> Verifica aggiornamenti‘. Non trova nulla? Allora aspettate arrivi il vostro turno, e che il server sia pronto ad avviare la distribuzione anche in Italia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.