Batwoman si ricollega ad Elseworlds con la storia di Alice e lancia il Boia ad un passo dal crossover

Batwoman si prepara a lanciare il suo Boia ad un passo dal maxi crossover di dicembre

33
CONDIVISIONI

Al momento nessuna pausa per Batwoman che va avanti per la sua strada con la sua prima stagione raccogliendo pareri positivi ed entusiasmo intorno al progetto. La serie, almeno fino a questo momento, è sicuramente promessa e la prova sta nell’ordine di alcuni episodi aggiuntivi da parte della rete che ha confermato così una prima stagione completa (quindi 22 episodi totali). Dall’altro lato, in Italia, Premium Action ha già annunciato che la serie arriverà presto in onda al fianco delle altre serie dell’Arrowverse mentre ancora non ci sono novità per il passaggio in chiaro, non alla luce del trattamento riservato da Italia1 alle serie come Arrow, Supergirl e The Flash.

Rimane il fatto che i curiosi e gli appassionati sono ancora devoti allo streaming e seguono, settimana dopo settimana, le peripezie di Kate Kane e della sua strampalata famiglia, è il caso di dirlo. Se nei primi episodi abbiamo assistito alla nascita di Batwoman come l’abbiamo conosciuta in Elseworlds, il crossover che l’ha lanciata lo scorso anno, nel quinto episodio siamo stati catapultati nel “presente” con un collegamento proprio a quell’evento.

In quell’episodio il Dr. Deegan ha rilasciato tutti i detenuti ad Arkham come una forma di distrazione quando gli eroi sono venuti per affrontarlo, creando così la fuga di cui si è parlato proprio nel quinto episodio di Batwoman, la stessa che ha permesso a  Jonathan di diventare Mouse. Proprio lui ha avuto una parte cruciale nella nascita di Alice tant’è che adesso lei lo considera quasi un fratello e quando Kate minaccia di ucciderlo se non risparmierà la vita al loro padre, lei rinuncia.

ATTENZIONE SPOILER!

Proprio nel quinto episodio di Batwoman, Kate è riuscita a mettere le mani su Alice ma lei le chiede la libertà in cambio del racconto della sua storia e così i fan possono godersi un percorso a ritroso fatto ancora di bugie e sacrifici. Alice racconta di come Catherine abbia simulato la sua morte e di come Mouse e suo padre l’abbiano salvata dopo l’incidente. Proprio l’uomo le ha detto di aver chiamato la polizia per comunicare tutto ma poi l’ha rinchiusa in un armadio dove una faccia galleggiava nel lavandino, una faccia che serviva a riparare quella di Mouse.

In quel momento Kate sviene e si risveglia incatenata ad un muro con Alice che rivela di essere a conoscenza dei piani di Kate ma alza il velo poi sul finale del suo racconto, quando, riuscita a fuggire, chiamò Jacob ricevendo solo minacce in cambio. Jacob e Kate arrivarono in soccorso di Beth, ma il padre mentì e disse che era Johnny a falsificare la chiamata, quando sono arrivati ne seminterrato, lei ha finto di non esserci per non metterli in pericolo, ed è così che tutto finì.

Come se la storia di Alice non bastasse, all’orizzonte farà capolino un altro villain della serie, il Boia. The CW ha pubblicato una serie di foto per “Sarò giudice, sarò giuria”, il sesto episodio della stagione in onda domenica prossima, in cui possiamo conoscere l’Executioner (Jim Pirri), il Boia. Nei fumetti il villain faceva evadere i criminali di prigione, solo per ucciderli e reclamare il loro premio in denaro.

La sinossi del sesto episodio di Batwoman recita:

“Una morte inquietante travolge Gotham che chiede aiuto al nuovo eroe vigilante. Luke si confida con Kate mentre Sophie chiede a Jacob un incarico speciale. Alice continua la sua nefasta trama contro i Kane mentre Batwoman fa un’altra visita a Mary. Scott Peters ha diretto l’episodio scritto da James Stoteraux e Chad Fiveash”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.