Ulteriore aumento del prezzo per iPhone 12 nel 2020: tutta colpa del 5G

Analizziamo la situazione che si sta creando attorno al progetto Apple per il 2020 con il suo melafonino

12
CONDIVISIONI

Ancora non si conoscono le prime indiscrezioni concrete riguardanti un progetto come quello dell’iPhone 12, ma in questi giorni possiamo dare praticamente per scontata l’adozione della tecnologia 5G. Apple sta puntando con decisione su questo progetto e gli addetti ai lavori danno praticamente per certo uno step del genere attraverso il top di gamma che dovremmo toccare con mano tra circa dieci mesi. Dopo le ultime novità software concepite da Apple e trattate sulle nostre pagine, dunque, tocca concentrarsi su questioni a lungo termine.

Aumenteranno costi e prezzi per iPhone 12

A trattare la questione inerente i costi di produzione dell’iPhone 12, e di conseguenza anche del prezzo finale proposto al pubblico, è stato un esperto del settore come Ming-chi Kuo. Come accennato, tutto ruoterà attorno al 5G, se pensiamo al fatto che lo step sarà assicurato grazie ai modem Snapdragon X55 di Qualcomm. Ebbene, proprio l’inclusione della suddetta questa tecnologia porterà però a un incremento dei costi, senza dimenticare quella della superficie delle schede madri.

In particolare, lo studioso evidenzia che le dimensioni della scheda aumenteranno almeno 10%. Mossa inevitabile da parte di Apple, considerando la necessità di accorgimenti aggiuntivi per la dissipazione del calore che assicureranno il giusto funzionamento dell’iPhone 12. Scelta obbligata, considerando anche i nuovi circuiti per il collegamento dell’antenna 5G. A preoccupare il pubblico, però, è anche la considerazione che tra nuova antenna e nuova motherboard assisteremo ad un incremento del costo di produzione di un iPhone pari a circa 35 dollari.

Prevedere le conseguenze di queste mosse sul prezzo finale dell’iPhone 12, ad oggi, è impossibile. Tuttavia appare inevitabile un innalzamento dell’importo inizialmente proposto al pubblico. Va ricordato che tra i fornitori coinvolti nella realizzazione dei nuovi chip avremo anche brand come Avary, EMC e AT&S. Insomma, questione da valutare con grande attenzione nei prossimi mesi dopo le notizie riportate oggi 4 novembre da Apple Insider.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.