Chiamate audio e video criptate su Facebook Messenger, potrebbe arrivare presto

Le chiamate audio e video criptate potrebbero presto essere realtà su Facebook Messenger

Vi sareste mai aspettati di vedere arrivare le chiamate (sia video che audio) criptate su Facebook Messenger? Stando ad una coperta di recente effettuata da Jane Manchun Wong, ben presto anche questa componente entrerà a far parte delle Conversazioni Segrete, ovvero le chat criptate che ormai sono parte integrante della piattaforma dal 2016. L’impegnata leaker ha anche portato alle luci della ribalta un altro fatto: sarebbe in corso l’implementazione di Voice Assistant per l’app Facebook.

Come potete vedere dallo screen condiviso dalla Wong, è fuori ombra di dubbio che le chiamate audio e video potranno presto diventare criptate, semplicemente avviandone una (solo audio, oppure audio con video) da una conversazione segreta (i tasti in alto a destra che vedete nello screen non vengono visualizzati nella versione stabile attualmente scaricabile da Play Store ed App Store, a riprova del fatto che si tratta di una funzionalità su cui si sta ancora lavorando). Non è un mistero che Mark Zuckerberg voglia puntare forte sulla privacy e sulla sicurezza in generale, sebbene alle forze politiche questa scelta poco piaccia in quanto renderà più difficili eventuali indagini in caso di crimini od addirittura fenomeno di terrorismo.

In ogni caso, le conversazioni segrete su Facebook Messenger non sono la routine, ma solo un’opzione in più tra cui poter scegliere, e non sono neanche così facilmente raggiungibili (peraltro, se cominciate da PC, non possono essere visualizzate su smartphone, e viceversa). Un discorso ancora aperto e che potrebbe aprire a scenari fin qui inaspettati quello delle chiamate audio e video criptate di Facebook Messenger: saremo felici di condividere con voi altre informazioni non appena ne avremo a disposizione. Se nel frattempo aveste domande da farci non esitate a contattarci attraverso l’apposito box dei commenti in basso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.