Un 2019 di fuoco con Vodafone e Tre: aumenti delle tariffe più elevati di tutti

Da non sottovalutare uno studio di cui tanto si parla da alcuni giorni a questa parte qui in Italia

1
CONDIVISIONI

Non è un periodo particolarmente fortunato per Vodafone e Tre, almeno per quanto riguarda la percezione degli utenti nei confronti delle rispettive compagnie telefoniche. In particolare, oggi 31 ottobre tocca parlare di alcuni aumenti emersi da un’inchiesta di Altroconsumo, che a conti fatti fa il paio con le polemiche emerse ieri in merito all’euro trattenuto su alcune ricariche, stando almeno alle informazioni trattate sulle nostre pagine.

Gli aumenti di Vodafone e Tre i più pesanti nel 2019

Cosa ci dice l’analisi in questione? A Vodafone spetta un primato non certo invidiabile, se pensiamo che l’operatore sia quello che più ha visto lievitare i costi della tariffa meno cara in modo più corposo nell’anno solare, rispetto a quanto era stato proposto ai clienti nel 2018. Sostanzialmente, si è passati ad un incremento del 60% su base annua, passando da 9,35 euro a 14,99 euro. Tra le motivazioni che circolano tramite le comunicazioni ufficiali, troviamo costantemente gli investimenti sul fronte 5G.

La situazione in casa Tre oggi 31 ottobre

Altra situazione da monitorare è quella di Tre, se pensiamo al fatto che in questo caso l’incremento riscontrato sia stato pari al 50%. Siamo passati, più in particolare, ad offerte che partivano da 10 euro a proposte che attualmente richiedono agli utenti un esborso di circa 15 euro. Insomma, rispetto a Iliad, TIM e Wind un abisso, in attesa di capire come evolverà il mercato nel corso delle prossime settimane. Di sicuro con il Black Friday 2019 non mancheranno gli utenti pronti a sperare in nuove offerte.

Che idea vi siete fatti delle recenti offerte di Vodafone e Tre? Avete effettivamente riscontrato aumenti di cui tanto si parla da un po’ di tempo a questa parte? Condividete pure le opinioni maturate qui di seguito, aspettando ulteriori segnali dalle due compagnie telefoniche in vista dello scorcio finale del 2019.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.