Una seconda stagione di The End of the F***ing World più dark e misteriosa nel trailer ufficiale (video)

Le prime immagini della seconda stagione di The End of the F***ing World, che appare più dark della prima

Col trailer della seconda stagione di The End of the F***ing World, Netflix svela le prime immagini del nuovo capitolo dell’acclamata serie, che sarà disponibile in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo da martedì 5 novembre.

Come già ampiamente anticipato dalle notizie sul cast della seconda stagione, sarà Alyssa (Jessica Barden) la protagonista dei nuovi episodi, affiancata da una new entry che prende il posto di Alex Lawther. La seconda stagione parte da Alyssa alle prese con le ripercussioni degli eventi del finale della prima, che si era conclusa con James in fuga sulla spiaggia, rincorso e mirato dagli spari della polizia.

Il trailer, non mostrando James se non nei ricordi di Alyssa, sembra confermare il tragico destino del protagonista, mentre presenta un nuovo volto cruciale per questa stagione. Nei nuovi episodi di The End of the F***ing World, debutta un nuovo personaggio, quello di Bonnie, interpretato dalla vincitrice del premio BIFA Naomi Ackie (già in Lady Macbeth, Star Wars: Episodio IX): sarà una outsider dal passato difficile e dal misterioso legame con Alyssa.

Il trailer la mostra seguire da lontano le vicende di Alyssa, che disperata senza James torna alla sua vita da cameriera e sembra costretta a contrarre un matrimonio non desiderato. Ma di sicuro, questo trailer sulle note di White Wedding di Billy Idol non ha lo scopo di anticipare o chiarire qualche aspetto della trama, visto che si compone di brevi frame dalla successione casuale, senza alcuna sequenziali, giocando molto sul mistero della vita di Alyssa.

Quel che appare chiaro però, è che il tono della nuova stagione sarà molto più dark del precedente (anche a giudicare dalla fotografia in queste prime immagini), con un registro apparentemente più drammatico ma anche molto misterioso, vista l’enigmatica nuova figura che appare nella vita della protagonista, già segnata dal dolore e dalla disperazione.

Anche la seconda stagione di The End of the F***ing World è ispirata ai personaggi dell’omonima serie di fumetti di Charles Forman, sceneggiata nell’adattamento tv dalla scrittrice e attrice inglese Charlie Covell in 8 episodi da circa 25 minuti ciascuno.

Questa deliziosa serie ha avuto nella colonna sonora ricercata uno dei suoi punti di forza e promette di continuare su questa scia già dal trailer con la scelta di un classico di Billy Idol: anche nei nuovi episodi le canzoni originali e la colonna sonora sono a cura di Graham Coxon.

La regia è affidata a due donne, le registe inglesi Lucy Forbes (In My Skin) e Destiny Ekaragha (Gone Too Far), che si alterneranno dietro la macchina da presa dirigendo rispettivamente il primo e il secondo blocco di episodi.

Prodotta da Clerkenwell Films e Dominic Buchanan Productions, la serie ha per produttori esecutivi Murray Ferguson, Ed Macdonald, Andy Baker, Dominic Buchanan, Jonathan Entwistle e Charlie Covell.

Netflix distribuisce la serie in tutti i paesi in cui il servizio è attivo, ad eccezione del Regno Unito in cui va in onda su Channel 4, l’ultima che ne è coproduttore insieme alla piattaforma streaming.

La seconda stagione di The End of the F***ing World sarà anche l’ultima della serie.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.