La Belle Époque di Nicolas Bedos: l’arte della malinconia – il trailer

E se potessi rivivere il giorno più felice della tua vita? Questa è la domanda rivolta al protagonista Victor interpretato da un incantevole Daniel Auteuil. La Belle Époque, dal titolo e dalle prime scene del trailer si preannuncia un film perfettamente francese e carico di nostalgia

9
CONDIVISIONI

Se potesse tornare indietro e rivivere il giorno più bello della propria vita Victor non avrebbe dubbi. Vorrebbe tornare al 16 maggio del ’74 , ovvero al giorno in cui ha incontrato la donna più importante della sua vita, Marianne (Fanny Ardant). La Belle Époque di Nicolas Bedos è tutta in questa possibilità: uno sguardo nel passato intriso di malinconia e incomunicabilità.

Victor e Marianne sono sposati da molti anni e ormai la loro storia è palesemente in crisi. Lui è un disegnatore disoccupato mentre lei è una psicanalista di ferro. La situazione tra loro è ormai insostenibile e Marianne decide di mandarlo via da casa.

Da questo momento parte effettivamente il film.
Victor entra in contatto con un’agenzia di eventi in grado di far rivivere ai propri clienti un’epoca del passato e decide di sottoporsi a questa bizzarra esperienza. Il protagonista ritorna così al momento in cui ha conosciuto la sua Marianne (interpretata nelle vesti giovanili da Doria Tillier) in una sera di primavera in un cafè di Lione. Victor sa bene di trovarsi in una dimensione assurda e, infatti, molto lucidamente dice: è un’esperienza incredibile, anche se lo so che è tutto finto, è bello lo stesso.

Il ritorno al passato per i protagonisti segna probabilmente un nuovo slancio per il futuro e una possibilità di riscatto. Il tentativo è quello di buttarsi alle spalle anni di incomprensioni, silenzi e parole sbattute in faccia che li hanno allontanati l’uno dall’altra.

La fotografia ha i tratti e i colori tipici dei film francesi. Tornano in mente alcune delle pellicole più famose di Woody  Allen e anche il recentissimo I Migliori Anni Della Nostra Vita di  Claude Lelouch. Malinconia e toni color seppia: che il cinema francese guardi troppo al passato e viva solo di luce riflessa?

Davvero la felicità è possibile solo se prima si guarda indietro?

Staremo a vedere. Intanto dopo il Festival di Cannes,  La Belle Époque di Nicolas Bedos è arrivata anche alla Festa del Cinema di Roma e lì Fanny Ardant e Nicolas Bedos erano presenti. Nelle sale italiane arriverà il 7 novembre, intanto ecco il trailer.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.