Il prequel de Il Trono di Spade non si farà, HBO ci riprova con la serie sui Targaryen

Colpo di scena sul prequel de Il Trono di Spade: la HBO ha deciso di non proseguire con l'atteso spin-off, ma in compenso ordina la serie sui Targaryen

1
CONDIVISIONI

Un colpo di scena che nessuno si aspettava: il prequel de Il Trono di Spade con protagonista Naomi Watts è stato accantonato. Secondo fonti, la HBO ha deciso di non proseguire oltre con il progetto di Jane Goldman, dopo aver visionato l’episodio pilota che era stato girato anche nelle location della nostra Italia. I risultati non avrebbero soddisfatto le – alte – aspettative della rete via cavo, che ha perciò deciso di cancellarlo.

Il prequel de Il Trono di Spade avrebbe dovuto raccontare gli eventi antecedenti a quelli della serie madre, concentrandosi sulla discesa del mondo dall’Età degli Eroi alla sua ora più buia. Il prodotto di Goldman avrebbe inoltre spiegato le origini dei white walkers, i segreti della storia di Westeros, e i misteri degli Stark. In realtà, l’episodio pilota aveva creato diverse difficoltà fin dall’inizio, tra divergenze creative, problemi personali e un budget limitato per una produzione così ampia. Nel cast della serie, oltre la Watts, anche Josh Whitehouse, Miranda Richardson, Jamie Campbell Bower, Toby Regbo, Georgie Henley, Alex Sharp, Naomi Ackie, Marquis Rodriguez, John Simms, Richard McCabe, John Heffernan, e Dixie Egerickx.

I fan del franchise non devono però disperare. La HBO ha deciso di riprovarci ordinando un altro prequel de Il Trono di Spade, quello incentrato sui giorni gloriosi della casata dei Targaryen. La rete ha già dato il via alla realizzazione di un episodio pilota, sperando che stavolta sia quella buona. Intitolato House of the Dragon, lo spinoff è stato co-creato da George R.R. Martin (autore della saga letteraria da cui la serie è tratta) e Ryan J. Condal (ideatore di Colony). La serie è ambientata trecento anni prima gli eventi narrati ne Il Trono di Spade, e racconta l’inizio della fine dei Targaryen. La produzione attingerà al libro Fire & Blood per dar vita a questa nuova emozionante storia. La serie spin-off si compone di dieci episodi, tutti diretti da Miguel Sapochnik, un veterano nell’universo televisivo de Il Trono di Spade, avendo diretto Battle of the Bastards e The Long Night.

Il progetto è stato scelto da uno degli spin-off proposti dallo scrittore Bryan Cogman lo scorso aprile, che poi erano stati rifiutati dalla HBO. Ironia della sorte, lo sceneggiatore ora lavora come consulente nell‘adattamento televisivo de Il Signore degli Anelli, in arrivo su Amazon. Casey Bloys, presidente e adatto alla programmazione HBO, ha espresso grande entusiasmo per il nuovo progetto sui Targaryen:

L’universo de Il Trono di Spade è così ricco di storie. Non vediamo l’ora di esplorare le origini di Casa Targaryen e gli inizi di Westeros insieme a Miguel, Ryan e George.

Lo stesso scrittore, un mese fa, non si aspettava che la HBO scegliesse proprio quel prequel de Il Trono di Spade:

Voglio mettere in chiaro una cosa. Essere vicini all’ordine di un episodio pilota non è la stessa cosa di “avere l’ordine di un episodio pilota”. Questo è però incoraggiante ed eccitante, ma non alzate troppo le speranze. Quando la HBO annuncia di aver ordinato un episodio pilota, allora mi sentirete urlare. Se si tratta di una serie completa, urlerò ancora più forte. Ma vedremo. Adesso tutti i segnali sono buoni, ma non c’è nulla di certo.

Chissà se i Targaryen porteranno fortuna?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.